A Hong Kong il nuovo residence di lusso con giardini privati su più piani [FOTO]

A Hong Kong il nuovo residence di lusso con giardini privati su più piani [FOTO]
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Canopy, il grattacielo con giardini privati multipiani

Le altezze vertiginose di un grattacielo e la serenità della natura tutto in un unico appartamento, ovviamente extralusso. Nascerà a Hong Kong The Canopy, un nuovo complesso residenziale che unisce modernità e tradizione: un grattacielo da 54 piani con appartamenti su due livelli, tutti con giardino privato. Non i soliti balconi, ma veri e propri spazi naturali che circondano le unità abitative in una sorta di casa sull’albero di lusso. Il progetto, firmato Boutique Design, promette di portare una ventata nuova nel panorama della città, già sede di novità architettoniche, che unisco l’esclusività alla ricerca del relax e della tranquillità.

  • The Canopy
  • Il progetto di Canopy
  • Giardini privati su più piani
  • Natura nel grattacielo a Hong Kong
  • Il giardino privato nel grattacielo

L’Oriente si conferma ancora una volta come fucina di investimenti anche nel settore dell’architettura e nel design.

A questo proposito abbiamo visto il progetto futuristico del residence Habitat Sky a Singapore che sfrutta le altezze dei grattacieli per creare oasi di tranquillità con l’inserimento di piscine lungo i ponti, fino a quella posta al 38° piano.

Tra le città più interessate al boom dell’architettura di lusso si può citare anche Hong Kong. Qui è un fiorire di nuove costruzioni e grattacieli che hanno cambiato il profilo della città, proiettandola verso il futuro.

Un futuro che però, nel progetto di The Canopy unisce il lusso all’ambiente. Mentre in altre occasioni Hong Kong ha fatto notizia per le stravaganze legate all’altezza anche delle sue strutture ricettive più esclusive, in questo caso il grattacielo rivive come spazio naturale verso il cielo, in una sorta di rivisitazione moderna della vecchia casa sull’albero.

Gli appartamenti sono strutturati su due livelli e i progettisti hanno lavorato affinché ognuno avesse a disposizione un balcone-giardino da 525 mq: il progetto punta a minimizzare i costi e l’impatto ambientale che una struttura così imponente ha anche sull’ambiente cittadino e la stessa creazione di un “polmone verde” in verticale si inserisce in un’ottica di integrazione nell’ambiente naturale.

Secondo i progettisti si tratta di un’opera che offre “una visione diversa dello sviluppo futuro di Hong Kong, più verde, rispettoso e consapevole dell’ambiente“.

Lusso, comfort ed ecologia si incontrano così nel residence di nuova concezione: a prima vista le immagini del progetto ricordano i giardini pensili di Babilonia. Forse un accostamento un po’ eccessivo, ma di certo non si può rimanere estranei alle nuove frontiere delle case di lusso, moderne, belle ed ecologiche.

416

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 07/06/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento