Abbinare il vino bianco al cibo, regole ed esempi

Scopriamo regole ed esempi per scegliere al meglio il vino bianco da abbinare al cibo. Dal classico binomio vino bianco e pesce all'accostamento più insolito tra vino bianco e carne, ma anche un capitolo per i più chic, dedicato all'abbinamento pregiato tra vino bianco e tartufo.

da , il

    Abbinare il vino bianco al cibo, regole ed esempi

    Proseguiamo il nostro viaggio nel mondo dell’enologia analizzando un altro capitolo importante di questo argomento, ovvero tutte le regole e gli esempi per abbinare il vino bianco al cibo. Secco, fruttato, morbido, profumato, fermo o frizzante, il vino bianco si presta a tantissimi accostamenti, tra quelli più ricorrenti e classici come abbinare il vino bianco al pesce e quelli un po’ più difficili tra vino bianco e carne. Affrontiamo, poi, la parte dedicata ai più chic: l’abbinamento vino bianco e tartufo. Le variabili tra bollicine bianche e pietanze sono tantissime, scopriamone alcune assieme.

    Come abbinare il vino bianco al pesce

    vinobiancopesce

    Abbinare il vino bianco al pesce è sicuramente uno dei binomi più ricorrenti e apprezzati, ma non facile al contrario delle apparenze. Il mondo del pesce, infatti, è molto ampio per tipologia di materie prime e molteplicità di condimenti e preparazioni: dalla polpa dolce dei crostacei alle carni magre del pesce azzurro a quelle grasse di sgombri, aringhe e anguille. Un altro elemento importante da considerare è la cottura unita al tipo di condimento. Tenendo a mente queste regole per abbinare il vino bianco al pesce, ecco alcuni degli abbinamenti più riusciti:

    • Pesce di carne magra bollito, alla griglia o al vapore: vini bianchi delicati, freschi, non acidi e di media concentrazione alcolica, come un Pinot Grigio o un Alto Adige Sauvignon.
    • Pesci al forno: alici, sarde o sgombri, intensi di sapore e con condimenti grassi, si sposano bene con vini bianchi corposi, come il Verdicchio di Matelica.
    • Crostacei: vini bianchi dell’Alto Adige, aromatici, ad esempio il Gewürztraminer , adatti a bilanciarsi con la tendenza dolce delle carni.
    • Frittura di pesce: con preparazioni ricche di grassi aggiunti in cottura, scegliamo le bollicine, vini con alta capacità sgrassante. Perfetto uno spumante Metodo Classico come il Franciacorta o un meno complesso metodo Martinotti come il Prosecco.
    • Pesce affumicato: anche il salmone, considerando la materia prima grassa, è perfetto con uno Spumante metodo classico come il Franciacorta, ma anche un’alternativa più acida come lo champagne.

    Scopri qui le regole base per abbinare il cibo e il vino

    Vino bianco e carne? L’abbinamento che non ti aspetti

    carnevinobianco

    Sicuramente meno frequente rispetto al classico sposalizio tra carne e vino rosso è avvicinare vino bianco e carne in un abbinamento che non ti aspetti. In realtà è un accostamento che sta prendendo sempre più piede: l’importante è, come sempre, tenere conto del tipo di carne che vogliamo cucinare, il tipo di cottura e il condimento che scegliamo. Rimarremo sicuramente sorpresi da quanti tipi di carne, e non necessariamente bianca, possiamo scegliere da accompagnare al vino bianco. Ecco alcuni tipi di carne il cui sapore ben si sposa con quello del vino bianco:

    • Pollame: tacchini, polli e capponi accompagnati da condimenti speziati sono perfetti assieme a vini bianchi di una certa struttura e personalità. Optate per un Traminer aromatico o anche un secco Bianco d’Alcamo.
    • Vitello: una carne che si presta a diverse preparazioni. Le scaloppine, ad esempio, potremmo accompagnarle e un tipo di vino bianco simile, se non uguale, a quello utilizzato per la preparazione del piatto. Vi suggeriamo una Ribolla Gialla. Per il vitello tonnato, invece, meglio optare per un bianco secco, aromatico e di buona struttura come un Prosecco di Valdobbiadene.
    • Interiora: una regola su tutto è evitare il crescendo di amaro con un bianco giovane, fresco, di moderata alcolicità e con un bouquet di frutta matura come il Colli di Conegliano Bianco oppure il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico.

    La nostra guida sugli abbinamenti tra vino rosso e cibo

    Abbinamento vino bianco e tartufo, per i più chic

    tartufovinobianco

    Per i palati più chic l’abbinamento vino bianco e tartufo è un trionfo di sapori. Che sia bianco o nero, il gusto del tartufo arriva in modo deciso e penetrante, lasciando sentori che vanno dalla terra umida alla nocciola, con una nota gassosa inconfondibile. Proprio per questo è importante la scelta del vino bianco corretto da accompagnare a un piatto già così importante a livello gustativo. Tenete sempre a mente due regole fondamentali: mai abbinare al tartufo vini troppo aromatici che potrebbero uccidere il profumo dell’alimento e mai scegliere vini eccessivamente acidi o con sentori di vaniglia troppo coprenti. Tra i vini bianchi particolarmente indicati con questa pietanza, optiamo per un Riesling, renano o italico. Molto adatti anche il Verdicchio, con note amarognole sul finale, o il Custoza.