Acquistare un diamante: la guida da seguire per non sbagliare

Acquistare un diamante: la guida da seguire per non sbagliare
da in Anelli, Beni di Lusso, Diamanti, Gioielli
Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10

    diamanti guida per non sbagliarsi

    Vi piacerebbe fare un regalo davvero speciale alla persona che amate, o anche solo semplicemente concedervi un meritato premio? Acquistare un diamante è sicuramente la scelta migliore in entrambi i casi, da sempre simbolo indiscusso di unicità, preziosità ed esclusività. Ma acquistare una pietra preziosa è un’operazione ben più complessa che scegliere un capo di abbigliamento, una borsa o un piccolo gioiello! Per individuare il giusto diamante occorre infatti conoscere e tenere in considerazione tanti fattori: dalla forma al valore dei diversi tagli di diamante, fino al peso, che per i diamanti è espresso in carati, tanto per fare alcuni esempi. Ecco quindi una mini guida da seguire per essere certi di non sbagliare, quando deciderete di acquistare un diamante.

    forme dei diamanti

    Il primo elemento da valutare, quando si vuole acquistare un diamante, è la sua forma. Per distinguere le diverse forme dovrete osservare il diamante dall’alto. Sono circa 10 le forme di diamanti più comuni e diffuse: il diamante rotondo è il più tradizionale ed è quello che generalmente si prende in considerazione per gli investimenti. Le altre forme, come il Princess, lo Smeraldo, l’Asscher, il Marquise, l’Ovale, il Radiant, il Pear, il Cuore e il Cushion sono definite “fancy cuts”, ovvero tagli a fantasia e sono ugualmente suggestive, da scegliere a seconda della montatura che avrete individuato per il vostro gioiello. Perché non esiste una forma di diamante migliore o più preziosa rispetto alle altre: l’importante è valutare con attenzione il formato più adatto al gioiello che vorrete ottenere. Il “diamante perfetto” venduto a 22 milioni di dollari da Sotheby’s, per esempio, non presenta la tradizionale forma rotonda, ma è contraddistinto da un originale e affascinante formato a Smeraldo!

    il valore dei diamanti

    È ora di sfatare un mito: la forma non corrisponde al taglio del diamante! Può sembrare strano ma è la pura verità. Senza entrare nei dettagli dell’esecuzione dei diversi tagli, comprensibili forse solo per gli addetti ai lavori, potremmo dire che il taglio determina la luminosità del diamante, indipendentemente dalla sua forma. Quando un diamante è infatti tagliato secondo le giuste proporzioni, la luce che entra dalla sua parte superiore viene riflessa tra una sfaccettatura e l’altra. Questo significa quindi che più alta sarà la qualità del taglio, più brillante sarà il vostro diamante e più alto sarà il suo valore. Ma come individuare un buon taglio? Vi rassicurerà sapere che ogni diamante certificato è classificato in base al relativo taglio: eccellente o ideale, molto buono, buono, standard, mediocre.

    Considerato che il prezzo del diamante dipenderà sensibilmente dalla qualità del suo taglio, acquistare un diamante con valutazione “molto buono” o “buono” costituirà di certo un’ottima soluzione, perfetta anche per il nostro portafogli!

    il prezzo dei diamanti

    Avrete sicuramente sentito spesso parlare di purezza dei diamanti: anche questo è un elemento che influirà parecchio sulla definizione del prezzo, quando deciderete di acquistare un diamante, infatti questa indicherà la presenza e il grado di eventuali difetti. Meno imperfezioni ci sono e quanto più vicino alla perfezione (e quindi più costoso) sarà dichiarato il vostro diamante. In realtà, poiché stiamo parlando di fenomeni impercettibili ad occhio nudo, il consiglio è di non dedicare troppa importanza alla purezza, a meno che, naturalmente, non siate investitori!

    Un altro fattore molto importante nella determinazione del costo di un diamante è il suo colore: meno sarà colorato e più alto sarà il suo prezzo. Può sembrare un paradosso, ma se ci pensate ha una sua logica. La trasparenza della pietra permette infatti alla luce di filtrare con maggior facilità e quindi di rendere il diamante ancor più brillante. Anche per quanto riguarda i colori del diamante esiste una classificazione, che va da D (trasparente/extra bianco) a Z (giallo) e anche in questo caso il consiglio è di non cercare la perfezione, troppo costosa, ma di considerarvi soddisfatti con un H o con un G.

    i carati dei diamanti

    Di quanti carati è il diamante montato su questo anello? Dite la verità, anche per voi fino ad ora questa sarebbe sembrata una delle prime domande da fare, per essere sicuri di acquistare un diamante di valore! Invece, si tratta di un altro mito da sfatare. O meglio, da considerare sotto una prospettiva diversa. Perché, se è vero che i carati indicano il peso del diamante e quindi le sue dimensioni e il suo prezzo finale, è anche vero che il suo aspetto finale dipenderà dalla forma: a parità di peso infatti risulterà di certo più scenografico il diamante con maggior diametro nella parte superiore.

    la certificazione dei diamanti

    Come viene stabilita la qualità di un taglio, piuttosto che la purezza del diamante o il suo colore? Poiché si tratta di parametri oggettivi, che possono essere determinati attraverso calcoli precisi e con una strumentazione apposita, quando decidete di acquistare un diamante richiedete sempre che vi venga fornito un documento di certificazione. Solo in questo modo potrete essere sicuri di aver acquistato un diamante vero.

    La certificazione è eseguita da periti esperti in gemmologia, tenendo in considerazione i parametri elencati nei paragrafi precedenti, le famose 4 C di cui avrete senz’altro sentito parlare: taglio (Cut), purezza (Clarity), colore (Color) e carati (Carats). Ogni documento riporterà quindi il grado di valutazione in ciascuna categoria. Nel mondo vi sono diversi enti indipendenti, specializzati nella certificazione dei diamanti. Tra i più noti si ricordano l’IGI (International Gemmological Insitute) e l’HRD (Diamond High Council) entrambi di Anversa, oltre al GIA (Gemmological Institute of America) di New York

    1208

    ARTICOLI CORRELATI