Addio a Jimmy Choo, Tamara Mellon lascia l’impero dello stiletto di lusso

Tamara Mellon, fondatrice del marchio Jimmy Choo, ha deciso di lasciare la maison, da lei fondata quindici anni fa dopo aver investito sul talento dell'allora sconosciuto designer malesiano

da , il

    tamara mellon jimmy choo

    Ha fondato un vero impero sulle scarpe di lusso e ora Tamara Melloon, fondatrice del marchio Jimmy Choo, lascia la griffe. La notizia ha fatto il giro del mondo: partita dai giornali inglesi, in primi a darne comunicazione, è rimbalzata in tutto il mondo. La decisione per l’ex redattrice di moda di Vogue Uk, diventata la regina dello stiletto, arriva al termine di un processo che ha portato il marchio già a maggio sotto l’egida del colosso del lusso austro-tedesco Labelux per 500 milioni di sterline.

    Qualche apprensione per le tante fan del marchio, che conta tantissime star, ma dalle prime notizie nulla o poco dovrebbe cambiare nello stile (e nella fortuna) della maison.

    A rassicurare tutte le amanti delle scarpe di lusso tutta una serie di iniziative degli ultimi tempi, come la pubblicazione del libro celebrativo dei primi quindici anni della maison o l’apertura del primo store solo per uomini a Londra.

    Per la Mellon si tratta di un addio al marchio che l’ha lanciata dell’Olimpo della moda. Tutto è iniziato quindici anni fa, quando scoprì il talento di questo sconosciuto designer malesiano.

    Da allora ha lavorato per trasformare il suo genio in un vero impero, tanto che nel 2001 decise di rilevare anche la quota di Choo, pagandola 10 milioni di euro.

    Al momento per lei si aprono due strade: quella della mamma a tempo pieno o quella dell’imprenditrice di successo, alla ricerca di altri talenti. Speriamo che prevalga la seconda ipotesi.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati