All’asta un documento originale del 4 luglio 1776, giorno dell’Indipendenza

Un originale manoscritto datato Philadelphia, 4 luglio 1776, andrà all’asta assieme ad altri vari carteggi di epoche varie, il prossimo 10 agosto

da , il

    documento 4 luglio

    Il 4 luglio è una di quelle date che la storia ricorderà per sempre, come fra quelle decisive di un’epoca. Era infatti un 4 luglio del 1776 che a Philadelphia veniva dichiarata l’Indipendenza degli Stati Uniti d’America dal regno di Sua Maestà Britannica. Un giorno indelebile, ancora oggi festeggiato con grande fervore e reverenza dagli americani. E grande reverenza possiamo provare anche noi europei, allorquando ci si trova di fronte a documenti preziosi come quello di cui vi parliamo oggi, che fanno tornare letteralmente in vita la storia. Grazie a Cohasco, un’azienda specializzata nella ricerca e commercializzazione di rari documenti d’epoca, sarà possibile portarsi a casa e toccare con mano un documento appartenuto ad alcuni dei patrioti che quel giorno fecero l’Indipendenza. Si tratta di un manoscritto datato appunto Philadelphia, 4 luglio 1776, che andrà all’asta assieme ad altri vari carteggi di epoche varie, il prossimo 10 agosto.

    Il documento era una petizione al Comitato di Sicurezza. Presenta una doppia data, di cui una è abbellita da uno svolazzo sotto la linea. È firmato da tre famosi patrioti e ne riguarda un quarto. La lettera è una petizione firmata da George Shaffner, un sergente della milizia della Pennsylvania, al Comitato di Sicurezza per richiedere di essere nominato “Tenente in una delle Compagnie del Reggimento dei Tedeschi, essendo egli cresciuto e nato da Genitori Tedeschi…”. La Petizione è controfirmata dal colonnello Samuel J. Atlee che fu catturato alcune settimane dopo la Dichiarazione d’Indipendenza, e dal colonnello Caleb Parry, che fu ucciso in azione nella stessa battaglia in cui Atlee cadde prigioniero.

    Una nota di Cohasco dice che è possibile supporre che questa richiesta sia stata presentata sull’onta dell’eccitazione del momento. Tuttavia la stessa Cohasco ha accertato che George Shaffner ha poi ricevuto l’incarico nel Reggimento Tedesco, divenendo uno dei suoi ufficiali originali. Il suo nome compare nei Quaderni di Robert Morris intitolati “Gli scritti di George Washington dalle Fonti Manoscritte Originali…”, attualmente fra gli archivi della Siciety of the Cincinnati e in altre fonti.

    I verbali del Consiglio Provinciale della Pennsylvania riportano che Shaffner ha successivamente servito nel Battaglione di Moschettieri di Atlee, nell’agosto 1776, il che ha condotto praticamente tutti e quattro gli uomini legati a questo documento ad avere un comune destino e a combattere nella fatale Battaglia di Long Island, quello stesso mese. L’altra persona menzionata nel documento è il Capitano Abraham De Huff, del Battaglione Moschettieri della Pennsylvania, che ha combattuto nella Battaglia di Long Island dell’agosto 1776 e che fu catturato a Fort Washington, mentre seguiva la ritirata del futuro Presidente Washington verso Manhattan.

    Questo documento fu anche pubblicato in occasione del Centenario dall’Indipendenza. Il suo testo apparve infatti sul Philadelphia Inquirer, il 13 gennaio 1876. Verrà messo all’asta in una vecchia custodia fatta su misura e accompagnato da una corposa relazione che ne racconta la sua storia unica. Il valore stimato si aggira fra circa 30.000 e 45.000 dollari.

    foto tratta da luxist.com

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati