Aragosta, caviale e foglie d’oro per l’involtino primavera più costoso al mondo

Lo chef Jack Lee ha ideato l'involtino primavera più costoso al mondo, a cento dollari l'uno, combinando aragosta, caviale, tartufo nero e foglie d'oro per una creazione da veri gourmand

da , il

    involtino primavera chef jack lee

    Anche la cucina cinese da fast food si piega alla nuova moda dei cibi costosi grazie alla creazione dell’involtino primavera più costoso al mondo, con aragosta, caviale e foglie d’oro. A realizzarlo lo chef Jack Lee, patron dell’azienda gastronomica “Chinoise Cuisine”, specializzata in menu personalizzati anche per le star di Hollywood che ha unito ingredienti pregiati per un involtino primavera dal costo di cento dollari l’uno. Lo chef aveva già ideato lo stesso piatto a base di pinne di squalo, ora sotto accusa per la caccia indiscriminata a questi giganti del mare.

    Da qui l’idea di realizzare un altro involtino primavera altrettanto particolare con ingredienti che incontrano il gusto e il rispetto per il mare.

    Abbiamo visto anche i piatti più comuni possono diventare specialità da gourmet grazie alla creatività di chef intraprendenti, in grado di combinare nuovi sapori.

    L’involtino primavera dello chef Jack Lee è ora composto da una succulenta coda di aragosta del Maine, granchio reale dell’Alaska, tartufo nero e julienne di nagaimo (una patata di montagna), ed è sormontato da una corona di caviale Sevruga e foglie d’oro, sulla cui cima spicca un lampone servito con una salsa di Dry Creek Sauvignon Blanc.

    Al costo di cento dollari al pezzo, il nuovo involtino sarà il protagonista di banchetti prelibati, adatti alle tasche di ricchi gourmand.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati