Asta da record per il quadro di Frans Hals appartenuto a Liz Taylor

Asta da record per il quadro di Frans Hals appartenuto a Liz Taylor

ritratto uomo liz taylor

Continua a registrare nuovi record la vendita dei beni appartenuti a Liz Taylor. Questa volta è un’opera d’arte del XVII secolo attribuito al maestro olandese Frans Hals a far notizia dopo l’asta che si è tenuta a New York da Christie’s. L’opera, intitolata “Portrait of a Man” e dipinta intorno al 1630 aveva una stima tra i 700mila e un milione di dollari, ma alla fine è stata venduta per 2,1 milioni di dollari, raddoppiando così il valore di partenza. Un doppio successo per la casa d’asta dovuto non solo all’opera in sé, firmata da un artista tra i più apprezzati dai collezionisti, ma anche per la provenienza del quadro, direttamente dalla villa di Liz Taylor.

Dopo la morte dell’attrice i suoi beni, compresa la sua stupenda collezione di gioielli, sono andati all’asta, facendo registrare incassi da record.

Il quadro faceva parte della sua collezione d’arte e arrivò a lei tramite il padre Francis Taylor che glielo regalò negli anni Cinquanta e da allora è sempre rimasto all’attrice che aveva scelto di esporlo nella sua villa d lusso a Bel Air, sopra il camino.

La paternità del dipinto è stata a lungo contesa, ma la scorsa estate è arrivata l’attribuzione definitiva a Frans Hals. Così il quadro è giunto all’asta con un doppio valore: la certezza di essere opera del maestro del Seicento e di aver fatto parte per più di cinquant’anni della collezione privata di Liz Taylor.

Tutti elementi che hanno fatto lievitare il prezzo al costo finale di 2,1 milioni di dollari: poca roba rispetto ai 13,9 milioni di dollari che strappò nel 2008 da Sotheby’s un altro dipinto di Hals, “Portrait of Willem van Heythuysen, seated on a chair and holding a hunting crop“, ma che si vanno a sommare alle cifre record delle altre aste dei beni di Liz Taylor. Attendiamo di scoprire cosa accadrà con le prossime aste dei dipinti dell’attrice previste a febbraio.

380

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 28/01/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento