Asta storica da Christie’s: nuovi record per Basquiat, Lichtenstein e Pollock

Asta storica da Christie’s: nuovi record per Basquiat, Lichtenstein e Pollock

Asta storica per Christie's che ha chiuso la vendita d'arte contemporanea di primavera con 495 milioni di dollari in totale: frantumanti diversi record tra cui Basquiat, Pollock e Lichtenstein

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    pollock record

    Una primavera così ricca non si era mai vista da Christie’s che con l’ultima asta tenuta a New York il 15 maggio ha frantumato diversi primati per artisti del calibro di Jean-Michel Basquiat, Roy Lichtenstein e Jackson Pollock, raggiungendo la cifra finale da record di 495 milioni di dollari, pari a circa 384 milioni di euro. In una sola vendita la casa d’asta ha sfiorato il mezzo miliardo, vendendo quasi tutte le opere presentate e chiudendo con prezzi altissimi non solo per le opere degli artisti più famosi. Alcuni dipinti di autori forse meno noti ai più hanno raggiunti cifre da capogiro.

    Per l’arte contemporanea e in generale per il mondo delle aste è un momento di grande ripresa, dopo un calo che si era registrato agli inizi del periodo di crisi. Il successo dell’ultima vendita di Christie’s ha sorpreso anche gli stessi esperti della casa d’aste: molte le opere che hanno visto il loro valore doppio se non triplo rispetto alle aspettative.

    Questo è dovuto a una nuova platea di collezionisti, provenienti da paesi emergenti, oltre alla sempre più consistente fetta di super ricchi che amano l’arte e che sono pronti a spendere cifre enormi pur di portarsi a casa capolavori dell’arte. Nel caso specifico, l’asta è stata un grandissimo successo anche perché ha messo in vendita opere di alto valore artistico.

    A contribuire alla cifra finale di 495 milioni di dollari è stato soprattutto “Number 19”, opera di Jackson Pollock del 1948: partito da 24 milioni di dollari ha chiuso a 58,36 milioni di dollari, quasi 45 milioni di euro, polverizzando il record precedente dell’artista di 40,4 milioni di dollari. Al secondo posto Roy Lichtenstein e il suo “Woman with Flowered Hat”: l’omaggio all’arte di Pablo Picasso è stato venduto a 56,1 milioni di dollari, superando di gran lunga l’iconica “Sleeping Girl” venduta a 44,8 ml di dollari.

    Terzo Jean-Michel Basquiat: la sua grande tela “Dustheads” ha raggiunto 48,8 milioni di dollari, molto più del precedente primato dell’artista fermo a 24,4 milioni.

    Oltre a queste tre opere, altre tele hanno raggiunto prezzi da record: tra questi “Achrome” di Piero Manzoni, stimato a 6 milioni e venduto a 14,12 milioni di dollari, nuovo record assoluto per l’artista italiano. Impressionante la corsa al rialzo per il quadro “To Fellini”, omaggio al grande regista italiano firmato Philip Guston: la stima iniziale era di 8 milioni di dollari, la vendita finale è stta chiusa a 25,88 milioni di dollari, stabilendo il nuovo primato dell’artista. Una primavera newyorchese molto ricca per l’arte contemporanea.

    467

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI