Auto di lusso: venduta la più cara del mondo, una Bugatti del 1936

Auto di lusso: venduta la più cara del mondo, una Bugatti del 1936

Battuta all'asta l'auto più costosa della storia

da in Aste, Auto d'epoca, Auto Di Lusso, Bugatti, Case d'asta, Collezionismo, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Bugatti Type 57SC Atlantic del 1936

    Forse non tutti ricordano l’asta Ferrari in cui la Testa Rossa 250 del 1957 fu venduta a quasi 9 milioni di euro. Ma il record di quel giorno a Fiorano è stato battuto! Da un’altra vettura dal nome altisonante, Bugatti Atlantic 57SC 1936. Torniamo indietro nel tempo: nell’hangar dove fu allestita l’asta, scese un silenzio irreale quando la Ferrari entrò in proscenio. Una emozione durata quasi mezz’ora. A suon di alzate di mano si arrivò alla cifra record di 9,5 milioni, colpo di martello accompagnato da un applauso liberatorio. Quindi possiamo solo immaginare cosa sia successo durante l’asta organizzata dalla casa Gooding & Company che ha messo a segno un colpo di martello storico.

    Un’auto considerata un paradigma dello stile deco francese, questa monumento di arte europea a 4 ruote è stata battuta ad un cifra che si aggirerebbe tra i 30 e 40 milioni di $.

    Il condizionale è d’obbligo, infatti la casa d’aste non ha confermato il prezzo né il nome del compratore lasciando ad un comunicato il compito di dire molto ma non tutto!

    «Sono veramente lieto di poter confermare che abbiamo trovato un compratore per la Bugatti Type 57SC Atlantic del 1936, una delle più significative auto da collezione al mondo», ha dichiarato il presidente della casa d’aste, David Gooding.

    Secondo il Wall Street Journal ad aggiudicarsela sarebbe stato il Mullin Automotive Museum di Oxnard. La Bugatti 57SC Atlantic, accreditata come la prima supercar della storia, apparteneva in precedenza al professor Peter D. Williamson, neurologo del New Hampshire e collezionista del marchio. Nel corso della sua vita ne aveva comprate molte, tutte costruite a Molsheim, in Francia, tra le due Guerre, custodite nella sua villa in New Hampshire.

    La rarità del modello è, poi, un ulteriore elemento di prestigio; ne esiste al mondo un numero che sta sulle dita di una mano, anzi meno. Le altre sono gelosamente custodite nel garage iperprotetto di qualche appassionato!

    Chissà quando e se verrà battuta all’asta un’altra? Per allora cerchiamo di mettere da parte qualche milione di euro se la vogliamo tutta per noi, perché sicuramente la caccia a queste rarità è sempre accesissima.

    foto tratta da www.WallStreetJournal.com

    442

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsteAuto d'epocaAuto Di LussoBugattiCase d'astaCollezionismoPrimo Piano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI