Azzam, nuovo yacht faraonico destinato a superare l’Eclipse di Abramovich

Azzam, nuovo yacht faraonico destinato a superare l’Eclipse di Abramovich

Progetto faraonico per lo yacht Azzam, in costruzione nei cantieri navali Lurssen, con una lunghezza di 180 metri destinato a superare l'Eclipse di Roman Abramovich

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    azzam yacht

    Un progetto faraonico per il nuovo yacht Azzam che è destinato a infrangere il primato dell’imbarcazione privata più lunga del mondo, strappando il titolo a Roman Abramovich e al suo Ecplispe. Stando alle prime indiscrezioni e alle prime fotografie pubblicate anche dal Daily Mail, lo yacht sarà lungo circa 180 metri, superando così lo yacht del miliardario russo “fermo” a 163,5 metri di lunghezza. Il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 400 milioni di sterline, quasi 500 milioni di euro e, sempre dalle prime indiscrezioni, dovrebbe entrare a far parte della flotta della famiglia reale saudita, committenti dello yacht.

    Il progetto è in corso d’opera e i lavori fremono nei cantieri navali Lurssen, in Germania. Secondo quanto ha raccontato il tabloid inglese, gli operai e gli ingegneri navali sono già stati costretti a spostare lo yacht dalla banchina dei 170 metri a quella dei 220 metri, in modo da poter riprendere i lavori, visto che ormai lo spazio era terminato.

    Come tutte le grandi imbarcazioni, soprattutto quelle legate a nomi famosi, l’Azzam, ha già fatto notizia ancor prima di essere completato, anche perché agli stessi addetti ai lavori è apparso davvero faraonico.

    Peter Seyfferth, di TheYachtPhoto.com, ha dichiarato al Daily Mail che gli stessi fotografi sono rimasti impressionati dalla grandezza. “Difficile da dire in questa fase, ma credo che sarà una barca molto più elegante e interessante anche dello stesso Eclipse”.

    Dalle prime indiscrezioni si parla anche di uno speciale sistema di propulsione che dovrebbe renderlo anche uno dei più veloci, oltre a essere il più lungo.

    Le dimensioni sono tali che supera anche alcune navi da crociera, ma se fosse davvero la famiglia reale saudita il committente, è probabile che non lascerà il porto molto spesso.

    È più una questione di prestigio, di avere il più grande yacht del mondo”, ha spiegato Seyfferth. Difficile dunque che possa anche venire noleggiato, come invece accade in altri casi.

    Altri dettagli non sono al momento disponibili anche perché, in caso di progetti così importanti e con clienti così particolari, che siano i reali sauditi o Abramovich, la società stringe accordi di riservatezza molto rigidi.

    Si può comunque azzardare che, accanto all’Azzam, ci sarà una piccola flotta fatta da imbarcazioni di dimensioni molto più ridotte, che di norma compongono le proprietà nautiche più importanti.

    Oltre al costo di costruzione, notevoli anche le spese di mantenimento e gestione: il serbatoio pare possa contenere qualcosa come un milione di litri, mentre servirà uno staff davvero consistente per prendersi cura dello yacht ogni giorno.

    Se però è vero che i proprietari sono i reali sauditi tutto questo non dovrebbe essere certo un problema. Vi terremo aggiornati.

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI