Speciale Natale

Boutique Hotel Tonino Lamborghini, prima apertura in Cina

Boutique Hotel Tonino Lamborghini, prima apertura in Cina

Sbarco in Cina per Tonino Lamborghini con l'apertura del primo Boutique Hotel del brand a Suzhou: la struttura inaugura la collaborazione con la Shanghai Join In Management Company per la gestione di almeno 40 nuovi hotel

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    Tonino Lamborghini Boutique Hotel Suzhou

    Una prima apertura che dà il là a una nuova avventura per Tonino Lamborghini, brand del designer italiano che unisce lo stile e i valori della bellezza agli oggetti del vivere quotidiano (e non). Il gruppo infatti sbarca in Cina con l’apertura del suo primo Boutique Hotel Tonino Lamborghini a Suzhou, sul lago Jinji, nel Parco Industriale della città. Una struttura che è stata pensata e progettata per esaltare i valori del made in Italy nel rispetto delle tradizioni locali e che apre le porte a un nuovo settore di mercato per il marchio.

    La scelta del colosso asiatico da parte del gruppo non deve sorprendere visto l’interesse che la Cina ha per il settore del lusso e in particolare per i marchi più rappresentativi dello stile di vita italiano.

    Il Boutique Hotel Tonino Lamborghini di Suzhou viene incontro alle nuove necessità del turismo di lusso nel paese asiatico portando un tocco di italianità dal carattere inconfondibile con ambienti raffinati e di classe.

    Con 92 camere affacciate sulle sponde del lago, l’hotel soddisfa tutte le esigenze degli ospiti, dal gusto, con il ristorante di cucina francese ed europea, al relax con spa, palestra, piscina, bar e locali dove godere del paesaggio.

    L’apertura della nuova struttura è avvenuta alla presenza di importanti personalità tra cui lo stesso Tonino Lamborghini e di Gao Jianrong, presidente del Join-In Group, società con cui il gruppo italiano ha stretto la collaborazione per la gestione diretta di circa quaranta hotel e resort a 5 stelle con il marchio Tonino Lamborghini nel territorio della Grande Cina, che include Hong Kong, Macao e Taiwan, oltre al Giappone e al Canada.

    Un segnale forte che il gruppo ha dato, imprimendo alle strutture ricettive il proprio stile fatto di attenzione ai dettagli e, in questo caso, rispetto delle abitudini e tradizioni cinesi.

    La struttura di Suzhou è la prima e anticipa le prossime aperture in programma a Sanya, Zhuhai, Hangzhou Xuzhou, Yellowstone e Kunshan.

    Una tappa importante per il paese che ha scoperto un nuovo modo di fare turismo anche con la realizzazione di hotel da sogno, con progetti faraonici e che intendono portare a più alti livelli il sistema ricettivo del paese.

    La Cina non è solo un mercato, è anche un modo di vivere diverso da quello occidentale che, nel corso degli ultimi anni, ha saputo far suoi stili e passioni della Vecchia Europa, sempre all’insegna del lusso.

    Lo ha sintetizzato anche lo stesso presidente del brand. “Il progetto degli Hotel&Resort in Asia rappresenta la migliore sintesi dei miei 30 anni di esperienze personali e professionali in questo territorio”, ha spiegato Tonino Lamborghini.

    Grazie alla partnership con la Join In Group, desidero trasmettere un concetto nuovo nel settore alberghiero: offrire una storia italiana e il sogno Lamborghini nel pieno rispetto della cultura cinese, esaltata ed integrata con uno sguardo tipicamente italiano ed europeo”.

    I nuovi indirizzi di lusso in Asia a firma Tonino Lamborghini portano un tocco di made in Italy nel cuore del Regno del Drago: non possiamo che esserne contenti.

    559

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI