Cartier vola in alto con guadagni record

da , il

    cartier

    600 milioni di euro investiti in comunicazione (pari a poco meno del 12% del fatturato) e un margine Ebit al 30%, questi sono i numeri di Cartier. La famosissima griffe fa parte del colosso Richemont, controllato dal magnate sudafricano Johan Rupert. Quasi un record di fatturato nel mondo del lusso!

    Gli analisti stimano per l’esercizio al 31 marzo prossimo il margine Ebit al 30%, cioè 666 milioni di euro su 2.221 milioni di ricavi. Cartier costituisce il 60% del margine netto totale guadagnato dall’intero gruppo Richemont, di cui fanno parte anche Van Cleef & Arpels, Piaget, Panerai, Iwc, Lange&Söhne, Jaeger-LeCoultre, Baume&Mercier, Vacheron Constantin, oltre a Montblanc. Marchi di grande prestigio che non riescono in ogni modo a competere con il successo finanziario di Cartier.

    Buona parte dei guadagni proviene dai mercati in crescita come Russia e Cina, dove si sta intensificando la domanda di pezzi d’alta gamma.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati