Cartier Women’s Initiative Awards 2009, in finale la ricercatrice Una Ryan

Cartier Women’s Initiative Awards 2009, in finale la ricercatrice Una Ryan

Una Ryan è una delle candiate alla finale del Cartier Women’s Initiative Awards 2009, al quale si è presentata con un importante progetto che riguarda un nuovo sistema di purificazione delle acque

da in Beneficenza, Cartier Awards, Eventi, Lifestyle
Ultimo aggiornamento:

    Le abbiamo conosciute tutte, e abbiamo anche avuto modo di comprendere fino in fondo le motivazione che hanno spinto queste donne ad imbarcarsi in queste imprese: è in programma oggi la finale del Cartier Women’s Initiative Awards 2009.

    Rimane Una Ryan, l’ultima finalista selezionata per questo importante premio che permetterà ad una di queste donne imprenditrici di realizzare, o comunque di velocizzare il loro cammino nel percorso difficile che hanno scelto.

    E’ ancora una volta “ecosostenibile” il termine chiave di questo progetto: un semplice sistema, amico dell’ambiente, per purificare in modo profittevole l’acqua di scarico.

    Ricercatrice di successo, Una Ryan ha iniziato a mettere in dubbio il suo percorso di carriera dopo aver letto una frase su una T‐shirt della figlia. “Diceva, ‘se sei così intelligente, perché non sei ricca?’” dice divertita. “Mi sono chiesta, ‘Se sono così intelligente, perché non ho fatto niente altro che scrivere saggi?’”

    Un giorno un piccolo gesto ti cambia la vita e ti fa uscire fuori da quel microsistema nel quale vivi, ed è questo che probabilmente è accaduto alla nostra ricercatrice leggendo quella frase. Poco dopo questo episodio, Una era a capo dello sviluppo di un vaccino in una industria farmaceutica.

    una medicina o un vaccino possono curare una singola malattia in una vasta popolazione,” dice. “Ripulire l’acqua di scarico, pertanto , ha il potenziale di curare molte persone da tanti problemi simultaneamente”.

    La sua ultima avventura, Waltham Technologies, usa alghe blu ‐ verdi bio‐ingegnerizzate e la uce del sole per ripulire l’acqua di scarico e generare enzimi preziosi e oli per la produzione di combustibile ecologico. “Ci sono persone che vogliono purificare le acque di scarico e altre che vogliono produrre biodiesel, ma la Waltham Technologies è la sola che unisce le due cose in un solo sistema”.

    Un sistema ideale per l’industria delle bevande , che spende oltre 5 miliardi di dollari a livello mondiale, ogni anno, per il trattamento delle acque di scarico. Entro cinque anni Una ha in progetto di estendere su larga scala questo ambizioso progetto che potrebbe migliorare la qualità della vita di molte persone. Ricevere un riconoscimento e un premio come quello di Cartier potrebbe anche darle una preziosa mano.

    410

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BeneficenzaCartier AwardsEventiLifestyle
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI