Cartier Women’s Initiative Awards 2009: Laura Mc Seveney‐Sprague

Cartier Women’s Initiative Awards 2009: Laura Mc Seveney‐Sprague

Gaĕa è un progetto dedicato ai bambini che vivono nella povertà, agli orfani e ai malati di HIV che nello Swaziland sono davvero moltissimo

da in Bambini, Beneficenza, Cartier Awards, Curiosità, Eventi
Ultimo aggiornamento:

    Sono quindici i progetti selezionati che parteciperanno alla finale del Cartier Women’s Initiative Awards 2009, il concorso che premia l’imprenditoria femminile. Tra i candidati selezionati per la finale Laura Mc Seveney‐Sprague, finalista per l’Africa con il progetto Gaĕa.

    Lo scopo di questo grande progetto è quello di prendersi cura dei bambini abbandonati, orfani o positivi all’HIV. Lo Swaziland ha un tasso di HIV/AIDS più alto del mondo: sono positivi all’HIV all’incirca 220.000 Swazis, la maggior parte dei quali sono bambini al di sotto dei quindici anni, molti dei quali tra l’altro sono stati abbandonati o sono esposti all’estrema povertà e all’abuso. Un grande progetto che merita certamente di partecipare alla finale del Cartier Women’s Initiative Awards 2009.

    Laura Mc Seveney‐Sprague è stata testimone dei devastamenti causati da tale malattie sui bambini in tenera età: “Vedere donne abbandonare i propri bambini mi ha fatto capire che c’era un serio problema che aveva bisogno di attenzione ” spiega.

    “Immaginate di allontanarvi da vostro figlio e capirete quanto disperate quelle donne possano essere per riuscire a farlo.”

    Nel 2007 Laura pensò al progetto Gaĕa, così chiamato per riprendere il nome della dea greca della maternità. Una volta ideato sarà un sito multi-funzionale dedicato alla cura e all’educazione dei bambini abbandonati, l’imprenditrice progetta di costruire anche un asilo, un ospedale, un centro sportivo e una fattoria eco-sostenibile.

    274

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBeneficenzaCartier AwardsCuriositàEventi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI