Speciale Natale

Champagne d’eccezione, Dom Pérignon e Jeff Koons per una bottiglia che diventa arte

Champagne d’eccezione, Dom Pérignon e Jeff Koons per una bottiglia che diventa arte

Jeff Koons veste le bottiglie di champagne Dom Pérignon con Ballonn Venus, la riproduzione della sua scultura della serie Antiquity per un'edizione limitata a soli 650 pezzi

da
Ultimo aggiornamento:

    dom perignon jeff koons balloon venus

    Come rendere lo champagne ancora più eccezionale? Con una bottiglia d’artista, meglio se firmata da Jeff Koons. Dom Pérignon ha infatti collaborato con la storica maison di champagnerie per due anni e alla fine ha deciso di creare un oggetto unico, la Balloon Venus, una piccola scultura nello stile che lo ha reso uno dei più grandi artisti contemporanei: al suo interno è conservata una bottiglia Dom Pérignon Rosé Vintage 2003 o di Dom Pérignon Vintage 2004. Le forme dell’arte entrano nel mondo delle bollicine francesi con una confezione che rende davvero unico il momento in cui si decide di stappare lo champagne.

    Dom Pérignon non è nuova a collaborazioni con grandi artisti. Abbiamo visto le bottiglie in edizione limitata firmate da David Lynch: l’incontro tra i grandi dell’arte e la maison ha dato vita a creazioni uniche, ricercate non solo per la bontà dello champagne.

    Tutto quello che ruota intorno al marchio Dom Pérignon viene studiati nei minimi dettagli e non stupisce che, specie in occasione delle festività, ci siano accessori realizzati da designer famosi appositamente per la maison.

    Jeff Koons non ha bisogno di presentazioni: le sue opere pop-kitsch sono diventate icone e sono tra le opere d’arte contemporanee più apprezzate e pagate dai collezionisti.

    L’incontro con Dom Pérignon ha dato il là per la creazione di una bottiglia che fosse qualcosa di più.

    La Balloon Venus è in realtà una confezione al cui interno viene conservata la bottiglia a scelta tra il Rosé Vintage 2003 e il Dom Pérignon Vintage 2004. Si tratta di un pezzo che si ispira alla omonima opera che fa parte della serie Antiquity firmata dall’artista nel 2008, con cui ha iniziato a rivisitare i temi e i motivi della storia dell’arte secondo la sua personale creatività.

    L’ispirazione in questo caso arriva dalla Venere di Willendorf, una piccola figura paleolitica rivenuta in Austria datata intorno al 23000 AC: Koons l’ha interpretata secondo il suo stile iconico, creando una nuova dea dell’amore dalle forme morbide e sinuose ma allo stesso tempo brillanti e contemporanee.

    L’artista ha così riadattato la sua scultura per Dom Pérignon con una versione più piccola in grado di contenere le bottiglie di champagne come avvinghiate in un sensuale abbracci. Si tratta ovviamente di un’edizione limitata a 650 pezzi e dal costo di 20mila dollari: d’altra parte non capita tutti i giorni di acquistare un’opera d’arte e, allo stesso tempo, lo champagne con cui celebrare l’evento.

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI