Cina, i lussi della nuova aristocrazia

In Cina il mercato dei beni di lusso va avanti grazie a questa classe di nuovi ricchi che investe cifre esorbitanti in proprietà, immobili, auto e arte

da , il

    Cina cartellone Cartier

    Come saprete già la Cina rappresenta la nuova frontiera del lusso, grazie all’ascesa di una nuova classe di ricchi che permette ai marchi di lusso di sopravvivere nonostante la crisi, anche se in effetti solo questo non è bastato.

    Proprio di recente è stato pubblicato uno studio che ha analizzato questa nuova classe di miliardari cercando di indagare sulle abitudini di spesa di questa elite che può permettersi qualsiasi capriccio o lusso.

    Il rapporto di Hurum ha inquadrato la nuova classe di ricchi di Pechino, tracciando il profilo tipo di questo ricco signore che ama investire il denaro in capricci di lusso. Un uomo che spende almeno 87 milioni di yuan in automobili di pregio, proprietà, barche di lusso e altri capricci del genere.

    Questa classe di “nuovi ricchi” possiede almeno tre immobili, una lussuosa villa in cui passare l’estate, un grande appartamento in città, rigorosamente in centro, e una seconda residenza da godersi durante il tempo libero.

    E che dire delle auto, mediamente da tre a cinque e di lusso, probabilmente da usare in relazione all’occasione o magari all’umore. Collezionisti di orologi e pezzi d’arte, con mogli molto raffinate che guidano lussuose auto sportive e amano gli abiti sartoriali e i trattamenti di bellezza più costosi ed esclusivi.

    Non è un caso che in questo momento la Cina rappresenti una vera e propria oasi felice per la maggior parte dei luxury brand, che negli ultimi mesi hanno fatto carte false per aprire nuovi punti vendita.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati