Crisi, anche Calvin Klein è in crescita

La crisi c’è ed è assodato ma mentre qualcuno è costretto a naufragrare alcuni brand e marchi di lusso boccheggiano registrando già nel primo trimestre 2009 qualche piccolo progresso

da , il

    La crisi ha certamente colpito tantissimi brand di lusso ma sembra, e qualche caso lo conferma, che il mercato cominci a registrare una piccola crescita, o meglio forse si tratta di casi isolati ma ne abbiamo visti più dio uno.

    Un esempio abbastanza recente potrebbe essere ad esempio quello del gruppo Dior che chiude abbastanza in positivo il primo trimestre 2009, ma non è l’unico, anche Hermès e l pelletteria Louis Vuitton sembra resistere abbastanza bene alla crisi.

    In qualche caso si è perfino parlato di immunità, ma mi sembra un tantino esagerato parlare di immunità, considerato che ci sono diversi casi in cui alcune aziende sono state costrette a chiudere temporaneamente le loro aziende.

    Prendiamo ad esempio il caso di Warnaco Group Inc., azienda americana che produce l’intimo Calvin Klein, il quale ha chiuso il primo quarter 2009 in crescita rispetto allo scorso anno, con utile di 37,6 milioni di dollari. Non male per Calvin Klein che ha registrato un piccolo ma significante progresso.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati