Crisi anche per il mercato delle opere d’arte

Anche l’arte paga un caro prezzo a causa della crisi e collezionisti e gallerie d’aste sono costretti a correre ai ribassi

da , il

    La crisi, ce ne siamo già resi conto durante l’arco degli ultimi mesi non ha certamente risparmiato nessuno e nessun settore, e a pagarne le conseguente sono stati spesso beni di lusso e arte, settori in cui anche in condizioni normali l’accesso non permesso proprio a tutti.

    Soltanto nel primo trimestre 2009 sono stati venduti solo tre pezzi d’arte al di sopra del milione di dollari, con un calo rispetto allo scorso anno del 92%. Di conseguenza il numero delle opere di arte contemporanea in questo primo trimestre ammonta intorno ad un cifra record del 40%.

    Anche i prezzi sono stati notevolmente abbassati ma nonostante tutto nessun segnale di ripresa, e le ultime stime lasciano credere che nel corso dei prossimi mesi l’arte dovrà ulteriormente ricorrere ai ribassi anche se i più ottimisti parlano ancora di una fase transitoria. Nella Galleria troverete delle immagini reinterpretate in stile web 2.0, giusto per fare un sorriso in questo contesto abbastanza triste.

    Via | Bluerating

    Foto tratte da Corriere.it

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati