Da Christie’s asta record da 38,4 milioni di dollari per l’autoritratto di Andy Warhol

Da Christie’s asta record da 38,4 milioni di dollari per l’autoritratto di Andy Warhol

Record di 38,4 milioni di dollari per un autoritratto del 1963-64 di Andy Warhol, battuto da Christie's nel corso di un'asta che ha totalizzato 301 milioni di dollari con molte vendite milionarie

da in Arte, Artisti, Aste, Case d'asta, Christie's, Collezionismo, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    Andy Warhol Self Portrait 1963 64

    Andy Warhol si conferma uno degli artisti più quotato con un’asta record da Christie’s che ha visto un suo autoritratto battuto per 38,4 milioni di dollari. Durante tutta l’asta sono state proprio le opere del padre della Pop Art a strappare la cifra record totale di 91 milioni di dollari. Un vero successo per la casa d’asta che ha raccolto un totale di 301 milioni di dollari, battendo il 95 percento delle opere. La vera star però è stata il “Self Portrait”, autoritratto del 1963-64 su acrilico in quattro parti con fondo blu che ritrae l’artista in trench e occhiali scuri.

    Le opere di Warhol sono tra i pezzi più ricercati dagli appassionati d’arte e dai collezionisti e attirano una tale attenzione da strappare cifre altissime.

    L’asta di Christie’s è stata però un vero successo: il prezzo di partenza dell’opera era di 14 milioni e in poco meno di un minuto è salito a 18. Subito si è scatenata una lotta tra gli acquirenti, durata per sedici minuti, che ha visto alla fine vincere un anonimo compratore europeo che ha superato la stima massima fatta da Christie’s di 30 milioni di dollari.

    La serata ha visto altre vendite milionarie come l’opera di Mark RothkoUntitled n°17” del 1961, battuta per 33,7 milioni di dollari, superando di gran lunga la stima massima di 22 milioni, o la fotografia a colori “Untitled” del 1981 di Cindy Sherman, venduta per 3,89 milioni dollari, battendo il record per una fotografia all’asta.

    Nel corso della serata è stato venduto un altro autoritratto di Warhol del 1986 per 27,5 milioni, meno però dei 30 stimati: a giustificare il prezzo record per l’opera in blu, anche il fatto che si tratta del primo autoritratto realizzato dall’artista su commissione di Florence Barron, pagato all’epoca 1.600 dollari.

    Non è la prima volta che Christie’s mette all’asta un autoritratto di Andy Warhol, ma è di certo la più riuscita: oltre alla vendita record la casa d’aste ha infatti battuto una delle maggiori concorrenti, Sotheby’s che il giorno precedente aveva totalizzato 128,9 milioni di dollari, vendendo l’opera di Warhol “Sixteen Jackies”del 1964 per 20,2 milioni di dollari.

    451

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArteArtistiAsteCase d'astaChristie'sCollezionismoIn Evidenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI