Diamante rosa della famiglia Angiolillo venduto all’asta da Christhie’s: prezzo record

Diamante rosa della famiglia Angiolillo venduto all’asta da Christhie’s: prezzo record

Da Christie's asta da record per The Princie Diamond, il prezioso diamante rosa appartenuto alla famiglia del senatore Angiolillo, venduto per 39,3 milioni di dollari nonostante sia al centro di un intrigo familiare

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    the princie diamond

    Una vendita record per Christhie’s che ha battuto all’asta il famoso e preziosissimo diamante rosa appartenuto alla famiglia Angiolillo registrando il primato in fatto di pietre preziose per la casa d’asta con un prezzo finale di 39,3 milioni di dollari. La pietra, nota anche come Princie Diamond, è uno dei diamanti rosa più ambiti al mondo non solo per la sua grandezza di 34.65 carati ma anche per il particolare color rosa molto vivido. Il diamante però è al centro di un intrigo familiare finito anche in tribunale: fa parte infatti del tesoro appartenuto al senatore Renato Angiolillo, fondatore del quotidiano romano “Il Tempo”, che ha un valore di circa 100 milioni di euro e scomparso insieme ad altri gioielli alla morte della seconda moglie, Maria Girani, avvenuta nel 2009.

    Come in molti casi, la vendita per una pietra così straordinaria ha attirato l’attenzione dei collezionisti e il prezzo finale di quasi 40 milioni di dollari ne ha confermato l’interesse, anche se il mistero che si nasconde ha frenato gli investitori, almeno secondo le stime fatte dalla casa d’asta.

    Il valore finale è sì il più alto registrato da Christhie’s per una pietra preziosa e il secondo in assoluto, ma per il suo valore intrinseco e la storia ci si aspettava più clamore e, soprattutto, un interesse maggiore anche nel corso dell’asta che, invece, si è svolta quasi in sordina.

    Il pezzo più pregiato della serata, presentato dal vivo a differenza degli altri gioielli, è stato accolto quasi con freddezza: il rilancio dalla cifra base di 20 milioni di dollari è stato quasi immediato e sono stati due offerenti a contenderselo.

    Tutto è avvenuto nonostante gli eredi di Angiolillo abbiano in corso una causa per appropriazione indebita e sul caso stia indagando la Procura di Campobasso. Il diamante, già nel tesoro di un maharaja indiano del 1600, era stato acquistato prima del secondo matrimonio del senatore: questo lo renderebbe patrimonio esclusivo dei suoi eredi.

    In più il Princie Diamond con altri gioielli era scomparso dopo la morte della seconda moglie: le indagini avevano portato fino a un appartamento di Montecarlo, riconducibile al figlio Marco Oreste Bianchi Milella, dove vennero ritrovati degli orecchini e una collana Van Cleef & Arpels facenti parti del tesoretto scomparso.

    La notizia dell’acquisto del diamante da parte di Christhie’s aveva fatto scattare la richiesta del blocco della vendita a un’asta tramite una rogatoria internazionale. La casa d’asta però ha proceduto ugualmente alla vendita: ora il nuovo acquirente potrebbe farlo nuovamente sparire.

    463

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI