Disastro Costa Concordia: all’asta le memorabilia più curiose

Disastro Costa Concordia: all’asta le memorabilia più curiose

Su eBay fioriscono le aste delle memorabilia più curiose della nave Costa Concordia, naufragata all'isola del Giglio: da molti paragonata al Titanic, anche i suoi oggetti ora sono all'asta

da in Aste, Case d'asta, Curiosità
Ultimo aggiornamento:

    asta ebay concordia

    Un bicchiere, una fiche del casinò o un giornale con tanto di foto. Su eBay si sta scatenando una vera corsa all’acquisto di memorabilia del disastro della nave Costa Concordia. Piccoli oggetti che arrivano da ogni parte d’Italia e del mondo, anche dall’Australia, e che risalgono a crociere fatte sulla stessa nave prima del naufragio all’isola del Giglio e che stanno salendo di prezzo visto che si tratta di oggetti rari. Scorrendo i dati raccolti da Pierangelo Sapegno su IoDonna, si rimane un po’ sorpresi: prima della tragedia solo due erano le aste dedicate alla nave Concordia, oggi se ne contano 31, ma erano 39 una settimana fa, senza contare le 52 già scadute e una rimossa dallo stesso sito.

    Fin dalle prime ore la tragedia della Concordia era stata paragonata a quella del Titanic. Per il naufragio più noto al mondo di cui tra l’altro quest’anno si celebrerà il centenario, sono tante le aste organizzate in tutto il mondo, come addirittura quella sui sigari, come gli omaggi più particolari in memoria della nave.

    Anche in questo caso si può parlare di un parallelismo tra il Titanic e la Concordia, anche se forse vedere all’asta le memorabilia così a ridosso della tragedia può far storcere il naso.

    Il collezionismo d’altra parte vive di queste cose: un oggetto assume un valore maggiore se è raro e introvabile. Prendiamo la fiche del casinò della Concordia: il suo valore nominale è di un euro, ma la base d’asta parte da 250 euro.

    Bicchieri da cocktail della nave, la maglietta con l’ormai celebre “Vada a bordo cazzo”, un cappello da marinaio per il vestito da “capitan Schettino” per Carnevale, addirittura la copia del Messaggero del 15 gennaio 2012 con foto e servizi per 24 euro o modellini della Concordia che arrivano a 150 euro.

    C’è stato anche chi dall’Australia ha pubblicato l’annuncio per l’intera nave con “lievi danni allo scafo” e la moquette da cambiare per l’umidità. In questo caso i gestori di eBay hanno preferito eliminare l’annuncio per non speculare sulla tragedia, ma questo non ha fermato la curiosità e le aste sono continuate. Anche oggi.

    418

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsteCase d'astaCuriosità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI