Estee Lauder, è crisi anche per la cosmesi

Estee Lauder, è crisi anche per la cosmesi

Comincia a tentennare anche l’equilibrio del settore cosmetici ed Estee Lauder è uno dei brand di lusso che nei prossimi anni dovrà fare scelte due tra cui lì’imminente taglio al personale che si traduce in una soppressione di 200 posti di lavoro nei prossimi due anni

da in Beauty, Curiosità, Luxury Brand
Ultimo aggiornamento:

    Si pensava che l’industria della cosmesi fosse ancora uno dei settori sicuri della nostra economia, e invece a quanto pare no, o almeno non più visto che Estee Lauder ha annunciato una serie di svolte e si scelte che l’azienda farà per i prossimi quattro anni la cui diretta conseguenza è una riduzione del 6% della forza lavoro e il possibile congelamento degli aumenti retributivi.

    Il mondo del lusso ormai lo abbiamo capito bene è stato messo in ginocchio e in tanti purtroppo sono costretti a fare tagli al personale, succede nel mondo del turismo di lusso, nel settore dell’alta moda, delle auto e della gioielleria, e con la cosmesi direi che adesso non si salva assolutamente nessuno, se non qualche caso isolato che abbiamo visto di recente.

    Da Estee Lauder verranno tagliato un totale di 200 posti di lavoro nei prossimi due anni; questa grossa manovra è dovuta alle cifre del quarto trimestre che ha registrato un utile netto che è sceso del 30%. Durante il trimestre più recente quindi che si è chiuso lo scorso 31 dicembre le vendite di trucchi Estee Lauder, che comprendono anche marchi come Clinique e MAC, è scesa del 12% mentre le vendite dei prodotti per la cura del corpo sono scese del 7,1%. Ci aspettano tempi duri.

    263

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BeautyCuriositàLuxury Brand Ultimo aggiornamento: Domenica 22/11/2015 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI