Falsi Louis Vuitton: Parigi condanna eBay

Falsi Louis Vuitton: Parigi condanna eBay

La corte distrettuale di Parigi si è pronunciata a favore del marchio Louis Vuitton contro eBay e la vendita sul sito d’aste di accessori contraffatti che hanno contribuito a rovinare la reputazione del brand

da in Aste, Beni di Lusso, Louis Vuitton, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Insegna di una boutique Louis Vuitton

    Non corre proprio buon sangue tra eBay, una delle case d’asta online più famose, dove anche i privati possono acquistare e vendere liberamente, e alcuni dei marchi di lusso, specialmente quelli che fanno capo al Gruppo LVMH. Una lunga diatriba che è stata portata in tribunale più di una volta: per riprendere il filo del discorso vi invito a dare un occhiata alle “puntate” precedenti.

    Dopo un lungo esame la Corte Distrettuale di Parigi, ha pronunciato una sentenza secondo cui si ritiene che eBay sia responsabile di aver danneggiato la reputazione del marchio, del nome dell’azienda e l’insegna dei negozi nonché il dominio di Louis Vuitton. Per eBay non si prospetta un futuro roseo, ma si tratta in realtà dell’ennesima sanzione a causa della facilità con cui sul sito è possibile vendere beni di lusso contraffatti.

    Il marchio Louis Vuitton si compiace di questa decisione, che conferma la giurisprudenza consolidata e che mira a tutelare i consumatori contro l’uso illecito di marchi, che sia quello in questione o qualsiasi altro.

    La Corte ha così imposto ad eBay di smettere di usare parole chiave che danneggiano la reputazione del marchio Louis Vuitton e ha deciso di imporre sanzioni per un importo di 1.000 euro per ogni violazione futura.

    La casa d’aste online dovrà pagare inoltre una sanzione di 200.000 euro e rimborsare 30.000 euro di spese legali sostenute dlla maison francese per il processo.

    299

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsteBeni di LussoLouis VuittonPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI