Ferrari dona 1,9 milioni di euro alle famiglie delle vittime del sisma in Emilia

Ferrari dona 1,9 milioni di euro alle famiglie delle vittime del sisma in Emilia

Il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, si è recato personalmente a Mirandola, nel modenese, per consegnare 1,9 milioni di euro ai familiari delle vittime del sisma in Emilia

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    ferrari sisma

    Non dovete ringraziare”. Così Luca di Montezemolo ha esordito alla presenza di sindaco di Mirandola, Maino Benatti, dove si è recato per consegnare personalmente 1,9 milioni di euro raccolti con l’asta online a favore delle vittime del sisma in Emilia dello scorso anno. Il successo della manifestazione ha portato benefici ai 67 familiari delle 27 famiglie delle vittime del terremoto che hanno ricevuto 28mila euro a testa. Un gesto dovuto, ricorda il presidente di Ferrari, che ha espresso il suo rammarico per il ritardo della consegna, con i soldi bloccati dalla burocrazia italiana per più di un anno e mezzo dal disastro.

    Ferrari ha risposto immediatamente all’emergenza che ha colpito il territorio vicino alla storica sede di Maranello. Per l’azienda all’epoca non ci furono danni, ma nel resto della Regione ci sono state vittime e interi quartieri industriali distrutti dal terremoto.

    La Casa del Cavallino ha iniziato da subito una raccolta fondi all’interno dell’azienda e in seguito ha organizzato un’asta online, mettendo in vendita alcuni suoi gioielli. Il fascino di una Rossa si sa è enorme e la risposta è stata al di sopra delle aspettative.

    Il collezionista americano Benjamin Schloss ha acquistato una Ferrari 599 XX Evo per 1,4 milioni di euro, mentre un collezionista malese ha comprato il motore di una F2008 e musetto della monoposto F60 per 23mila euro. Un collezionista russo ha invece donato spontaneamente altri 80mila euro e altri oggetti messi all’asta sono stati comprati in meno di due settimane.

    Tanto è bastato a Ferrari per raccogliere 1,9 milioni di euro che però sono stati bloccati dalle lungaggini della burocrazia italiana, fino a oggi.

    Montezemolo si è recato personalmente a Mirandola, nel modenese, uno dei centri più colpiti: con lui il presidente generale di Action Aid, Marco De Ponte, l’associazione internazionale a fianco delle fasce più deboli della popolazione, che ha fatto da tramite tra la Casa di Maranello, le istituzioni e i familiari delle vittime.

    Non dovete ringraziare, la Ferrari ha fatto poco, ha fatto quello che doveva fare”, ha detto Montezemolo ai familiari delle vittime che lo hanno accolto. “Le persone più fortunate devono aiutare chi è nel bisogno. Sarebbe assurdo che non lo facessero, quindi nessun grazie, sono io che sono commosso e orgoglioso di essere qui”. Ognuna delle 67 persone che hanno perso i loro cari nel terribile sisma ha ricevuto 28mila euro. Un piccolo gesto che aiuterà davvero chi ne ha più bisogno.

    453

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI