Galateo al ristorante: la guida su come comportarsi

da , il

    Galateo al ristorante: la guida su come comportarsi

    Ogni volta che sediamo ad una tavola, ci comportiamo come crediamo che sia educato: in realtà al ristorante esiste un galateo preciso, una guida su come comportarsi per non incappare in errori di maleducazione o addirittura collegati a motivi religiosi. Un piccolo decalogo è quindi utile per conoscere curiosità e regole da seguire, in modo da non apparire ineducati in caso si sia invitati ad un’importante cena di gala e con commensali importanti. Vediamo le più importanti, a cui sarebbe educazione attenersi anche nel quotidiano.

    Chi entra prima al ritorante?

    entrare al ristorante

    Innanzitutto chi entra prima la ristorante? Il galateo delinea due situazioni differenti: se la porta è chiusa sarà chi ha invitato ad entrare per primo, se invece l’ingresso è aperto entreranno per primi gli invitati. In ogni caso, è sempre l’uomo che precede la donna, retaggio questo di antiche usanze.

    Disposizione dei posti

    posti a sedere

    Le donne sono avvantaggiate quando si parla di disposizione dei posti a tavola quando si è al ristorante: a loro spetta il posto migliore del tavolo e sempre alla sinistra dell’uomo, per poter essere servita per prima. Dal canto suo, l’accompagnatore dovrà sempre spostare la sedia alla sua compagna per aiutarla a sedersi.

    I bambini al ristorante

    bambini

    Quando si parla di galateo e di regole per sapere come comportarsi durante una cena, anche i bambini devono seguire alcuni accorgimenti: dovrebbero seguire gli stessi dettami degli adulti, ma a differenza loro, possono avanzare il cibo. Inoltre, non dovrebbero mai essere rimproverati per non aumentare il disagio.

    Le posate

    posate

    Durante una cena di gala, le posate sono solitamente corrispondenti al numero di portate e occorre sempre partire dall’esterno nel loro uso. Qualora ci siano forchette per crostacei, vanno sempre usate con la destra, perchè la sinistra deve reggere gli strumenti o il crostaceo stesso. Per quanto riguarda le posate a fine pasto le regole su come comportarsi suggeriscono che vadano poste alle 18.30.

    I bicchieri

    bicchieri

    I bicchieri possono essere di diverso tipo e prima di usarli, il galateo impone che ci si pulisca la bocca, si finisca il boccone che si ha in bocca, siano avvicinato alla bocca (e non il contrario) e le signore non lascino segni di rossetto. Ricordatevi anche di non finire ciò che avete nel bicchiere in un solo sorso.

    Il tovagliolo

    tovagliolo

    Come comportarsi invece, col tovagliolo? Le regole del bon ton dicono di posizionarlo sulle ginocchia, non completamente dispiegato, e di utilizzarlo solo per pulire la bocca prima e dopo aver bevuto. Una volta finito il pasto, si attenderà che la persona più importante al tavolo lo appoggi sulla tovaglia e si farà lo stesso.

    Come si mangiano alcuni cibi

    come si mangia

    Il galateo al ristorante prevede anche alcuni accorgimenti per consumare determinati cibi. Gli spaghetti, ad esempio, vanno mangiati esclusivamente con la forchetta; il pesce, invece, deve essere privato di coda e testa e successivamente aperto longitudinalmente, mangiando prima un filetto e poi quello sottostante. Al ristorante giapponese, invece, si possono usare le mani se si tratta di maki. Il brodo si consuma con cucchiaiate dal bordo verso l’interno, mai intere, e quando si arriva alle ultime, si inclina leggermente la fondina verso l’interno del tavolo.

    La postura

    postura

    Anche la postura, e quindi braccia e gambe, ha la sua importanza nel modo in cui ci si comporta a tavola. Innanzitutto, mai appoggiare i gomiti sul tavolo e mai alzare lateralmente il braccio quando si beve. Durante l’attesa delle portate, non bisogna neanche appoggiare le mani sulle ginocchia ed è buona educazione tenere le braccia vicine al busto. Le gambe non devono essere allungate, ma tenute incrociate sotto la propria sedia.

    Chi ordina per primo

    chi ordina per primo

    Come ci si comporta, invece, al momento di ordinare? Dopo la lettura del menù, il galateo vuole che l’uomo, o la persona più importante al tavolo, o chi ha invitato, chieda ai commensali cosa desiderano ed effettui l’ordinazione. Nel caso gli ospiti siano in un numero molto elevato, è ammessa l’ordinazione singola.

    Pagare il conto

    chi paga il conto

    La questione del pagamento del conto è differente a seconda dei casi: nelle cene più informali, si divide la somma in parti uguali, ma se siete stati invitati, sarà la persona che vi ha invitato a pagare anche la vostra parte. In un incontro romantico toccherà sempre all’uomo, mentre in un pranzo di lavoro spetta a chi ha interesse nell’incontrare l’altra persona. Se il pagamento si effettua al tavolo, è buona norma pagare con carta per evitare il conteggio delle banconote davanti ai propri ospiti.

    Con questa piccola guida sul galateo, ora conoscete gli accorgimenti più importanti su come comportarvi per non sfigurare ad una cena di gala.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati