Giochi di lusso: Red Dead Redemption, il videogame più caro della storia

Grand Theft Auto IV, è il videogame che ha incassato di più nella storia dei videogame: circa 700 milioni di dollari

da , il

    Red dead redemption

    Non parliamo spesso di giochi elettronici. Ma oggi facciamo un’eccezione perchè si parla di cifre davvero record. “Grand Theft Auto IV” vi dice qualcosa? Se la risposta è negativa vi aiutiamo noi. Stiamo parlando di un gioco che ha fatto la storia dei videogame. Aspramente criticato per la durezza di alcune scene, Grand Theft commercialmente ha fatto, come si dice, il botto. Ha distrutto i precedenti record con vendite che hanno toccato le 10 milioni di copie in tutto il mondo per un incasso che si stima abbia superato i 700 milioni di dollari. Un record saldamente nella mani di Grand Theft. Ma potrebbe presto inserirsi un nuovo pretendente.

    Da poche ore disponibile sugli scaffali dei negozi, “Red Dead Redemption” è il videogioco d’avventura, ambientato nel Far West e sviluppato da Rockstar San Diego, che sembra destinato ad un successo altrettanto luminoso. Ma la notizia, mentre si attende il riscontro del pubblico, è un’altra: Red Dead potrebbe essere stato il gioco più costoso della storia dei videogame.

    Secondo quanto riportato dal Daily Mail, gli sviluppatori della Rockstar avrebbero speso qualcosa come 100 milioni $ per la realizzazione del nuovo gioco. In linea anche gli esperti dell’altrettanto prestigioso New York Times. Un record in fatto di videogiochi, per un titolo molto atteso dagli appassionati.

    “Red Dead” è ambientato nel 1911 lungo la frontiera Americana. Il protagonista è il fuorilegge John Marston, in cerca di redenzione appunto. La storia si sviluppa lungo questa strada di “redemption” mentre Marston viene costretto dall’Fbi ad aiutare le forze di polizia a catturare tutti i suoi ex-compagni di malaffare.

    Un gioco che a sorpresa è un successo anche italiano. A firmarne la sceneggiatura e il design è infatti l’italianissimo Christian Cantamessa, esplosivo talento da oltre dieci anni impegnato all’estero.

    Una recensione su tutte arriva da uno che il West lo conosce bene. Sergio Bonelli, editore e sceneggiatore storico di Tex dice: “Come nei film di Sergio Leone , nel gioco c’è un’attenzione spasmodica verso l’immagine, una cura estrema su ogni inquadratura. Ogni fotogramma è acceso in modo da colpire lo spettatore. I colori sono saturi, violenti”.

    So già che i veri appassionati sono usciti a comprarlo. Cosa aggiungere se non…buon divertimento!

    foto tratta da www.luxurylaunches.com

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati