by

Gioielli Bulgari, un 2009 rosso rubino

Mercoledì 17/03/2010 da Danila T. in Alta gioielleria, Bulgari, Gioielli, Quotazioni

    Bulgari Bracciale Lusso

    Già lo scorso settembre la situazione era, non dico critica, ma abbastanza complicata per Bulgari, il grande marchio di alta gioielleria che ha chiuso il 2009 con una perdita di 47,1 milioni di euro, rispetto ad un utile di 82,9 milioni registrato l’anno precedente. Ma in effetti Bulgari non è l’unico brand di lusso che si è trovato a naufragare in acque poco sicure, diciamo che il 2009 non è stato molto generoso con nessuno. In flessione anche i ricavi che sono pari a 926,6 milioni di euro, rispetto ai 1.075,4 milioni nel 2008. Ma Bulgari punta il dito contro la recessione che ha ovviamente avuto dei notevoli riflessi sulla domanda dei beni di lusso.

    In un contesto macro-economico molto negativo, dopo due trimestri estremamente difficili, Bulgari ha iniziato a registrare a partire dal terzo trimestre i segnali di un costante miglioramento che è proseguito anche nella parte finale dell’anno. Un 2009 caratterizzato da una performance di vendita dei negozi a gestione diretta decisamente più positiva rispetto al canale wholesale”, ha precisato Francesco Trapani, amministratore delegato de Gruppo.

    Tutte le divisioni merceologiche hanno registrato una grossa flessione delle vendite che si è distribuita in maniere abbastanza diversa in relazione alle aree geografiche.

    La vendita dei gioielli ha registrato un calo 14,4%, 24,5% per gli orologi, 27,2% per gli accessori e infine 14,9% per quanto riguarda i profumi.

    Dal punto di vista geografico in cima alla lista l’America, dove le statistiche hanno rilevato una flessione del 31,6 %, seguono, ma non in questo ordine, Asia (18,8%), Europa (16,7%), Giappone (33,9%), mentre il Medio Oriente ha registrato un piccolo incremento.

    SCRITTO DA Danila T. PUBBLICATO IN Alta gioielleriaBulgariGioielliQuotazioni Mercoledì 17/03/2010