Gli 8 migliori vini rossi italiani

Non è facile fare una selezione tra i migliori vini rossi italiani, la nostra nazione infatti produce alcune delle bottiglie più pregiate e premiate a livello mondiale: dai vini rossi del Nord Italia a quelli del Centro e del Sud, ecco i nomi dei vini rossi italiani da tenere a mente

da , il

    I migliori vini rossi italiani sono i più apprezzati da intenditori e non in tutto il mondo. Nella nostra nazione vengono infatti prodotte le bottiglie di vini pregiati più celebri e nel settore dei rossi, molte delle nostre regioni e in particolare la Toscana realizzano vini di altissimo livello che continuano a collezionare premi su premi un anno dopo l’altro. Scopriamo insieme le 8 migliori bottiglie di vini rossi italiani.

    Bolgheri Sassicaia DOC 2013

    Il Bolgheri Sassicaia DOC 2013 è considerato uno dei migliori vini rossi prodotti in Italia e il suo prezzo arriva facilmente a superare i 150 euro a bottiglia. Il Bolgheri Sassicaia DOC Tenuta San Guido viene prodotto con uve Cabernet Sauvignon 85% e Cabernet Franc 15%, un vino dal colore rosso rubino con sentori al naso di frutti rossi maturi, frutti di bosco e cola, mandorle ed erbe aromatiche, perfetto in abbinamento con arrosti e filetti di manzo.

    Primitivo di Manduria DOC “Es” 2014

    Presente in diverse classifiche dedicate ai vini più pregiati, il Primitivo di Manduria DOC “Es” 2014 si ottiene da vitigni di primitivo al 100%, ed è un vino che esprime tantissime sensazioni all’olfatto, dai tocchi di frutta matura e spezie orientali alle note di mirto, ciliegie, prugne e persino cacao, vaniglia e caffè. È un vino rosso perfetto in abbinamento con piatti di carne rossa.

    Lazio Rosso IGP “Montiano” 2014

    Il Lazio Rosso Montiano 2014 ha denominazione IGP: prodotto di punta della Falesco, è frutto di uve Merlot al 100% impiantate in una terra tradizionalmente predisposta per vini bianchi. Ha colore rubino intenso e note di vaniglia e frutti rossi all’olfatto con tocchi di spezie dolci. Si abbina con diversi tipi di carni e in particolare con il brasato.

    Rosso IGT “San Leonardo” 2011

    Il San Leonardo Rosso IGT 2011 Vigneti delle Dolomiti viene prodotto con uve tradizionali ed è uno dei vini più famosi e premiati tra i rossi italiani. Matura per 18/24 mesi in piccole botti di rovere e ha note di ciliegia e prugna all’olfatto, con accenti di tabacco e spezie scure. È un vino perfetto con carni rosse e bianche, con formaggi stagionati e brasati.

    “Baffonero” 2014 Maremma Toscana Merlot IGT

    Il Baffonero 2014 Maremma Toscana IGT è un vino Merlot al 100% e prende il nome dall’omonima vigna di Rocca di Frassinello. La sua vinificazione avviene in acciaio e matura in seguito per 14 mesi in barrique di rovere. Ha note di frutta rossa e in particolare di mirtillo e mora all’olfatto, oltre a tocchi di tabacco e vaniglia. Si abbina molto bene con le carni rosse in umido.

    Lacrima di Morro d’Alba Superiore DOC “Querciantica” 2015

    Il Lacrima di Morro d’Alba Superiore DOC “Querciantica” 2015 è prodotto al 100% con uve dei vitigni omonimi nelle Marche e secondo la leggenda, sarebbe stato il vino preferito di Federico Barbarossa già nel XII secolo. Ha note fruttate di fragola, ciliegie mature, more e mirtilli, oltre ad accenti di violetta e rosa canina. Molto buono in abbinamento con insalate e formaggi stagionati.

    Bolgheri Superiore DOC “Ornellaia” 2014

    Il Bolgheri Superiore DOC “Ornellaia” 2014 viene prodotto dalla Tenuta dell’Ornellaia con uve Cabernet Sauvignon 56%, Merlot 27%, Cabernet Franc 10% e Petit Verdot 7%. È uno dei vini toscani più pregiati dal colore rosso rubino con note di frutta a polpa rossa e fungo. È perfetto in abbinamento con i secondi a base di carni rosse e i risotti.

    Toscana Rosso IGT “Tignanello” 2013

    Il Toscana Rosso IGT “Tignanello” 2013 viene prodotto a partire da uve Sangiovese 80%, Cabernet Sauvignon 15% e Cabernet Franc 5% ed è uno dei vini rossi che hanno segnato la storia del nostro Paese in questo settore, essendo il primo Sangiovese a essere affinato in barrique e tra i primi rossi del Chianti a non comprendere uve bianche nel suo assemblaggio. Ha note di frutta secca all’olfatto, di ciliegia, liquirizia e menta, perfetto con piatti a base di selvaggina e arrosti.