Speciale Natale

Gli abiti più costosi della storia del Cinema

Gli abiti più costosi della storia del Cinema
da in Cinema, Classifiche, Collezionismo, Curiosità
Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10

    Gli abiti più costosi della storia del Cinema

    Gli abiti più costosi della storia del Cinema sono unici ed iconici, e hanno raggiunto valori altissimi durante le aste. Dall’abito leggero indossato da Marilyn Monroe nella scena della folata di vento nel film “Quando la moglie è in vacanza”, al vestito dorato indossato da Barbara Streisand in “Hello, Dolly”, sono ricchi di fascino e racchiudono tutto il glamour hollywoodiano, quanto quelli indossati dalle star sui red carpet.

    Hello, Dolly

    Al decimo posto della classifica degli abiti più costosi della storia del Cinema c’è l’abito indossato nel 1969 da Barbara Streisand in “Hello, Dolly”. Battuto all’asta per 100 mila dollari, è anche una delle creazioni più preziose del mondo del cinema grazie al velluto d’oro utilizzato e ai gioielli e cristalli colorati di Swarovski con cui è stato adornato.

    Il Cigno

    Al nono posto della classifica degli abiti più costosi della storia del Cinema c’è l’abito indossato da Grace Kelly nel film di Charles Vidor “Il Cigno” del 1956. Realizzato in seta e merletti, in stile edoardiano, e vita stretta con una fusciacca in satin, è stato venduto per 110 mila dollari.

    Via col vento

    L’ottava posizione nella classifica dei vestiti più costosi delle pellicole cinematografiche è per l’abito indossato nel 1939 da Vivien Leigh in “Via col vento”. Venduto per 137 mila dollari, l’abito è blu con gonna molto vaporosa e giacchina corta.

    Gli uomini preferiscono le bionde

    Tutti ricordano sicuramente l’abito in settima posizione. Indossato da Marilyn Monroe nel film “Gli uomini preferiscono le bionde” del 1953, l’abito lungo fucsia senza spalline e con lunghi guanti della stessa tonalità indossato dall’attrice nella scena in cui balla sulle note di “Diamonds are a girl’s bestfriend” è stato venduto per 310 mila dollari, entrando nella top ten dei vestiti più costosi del cinema.

    Caccia al ladro

    Sesta posizione nella classifica dei vestiti più costosi del Cinema per l’abito color corallo indossato da Grace Kelly nel film “Caccia al ladro” del 1955. Battuto all’asta per 400 mila dollari, è l’abito indossato dalla diva quando, durante le riprese, incontrò il principe Ranieri di Monaco.

    Il Mago di Oz

    Al quinto posto fra gli abiti più costosi del cinema c’è quello indossato da Judy Garland ne “Il Mago di Oz” del 1939. Battuto all’asta per 910 mila dollari, è un costume in cotone cucito in parte a mano, a quadrettini bianchi e blu, corredato da una camicetta bianca a maniche corte.

    Colazione da Tiffany

    Alla quarta posizione degli abiti più costosi di Hollywood troviamo l’iconico tubino nero firmato Givenchy indossato da Audrey Hepburn nel film “Colazione da Tiffany”. Battuto all’asta per 923 mila dollari, è visibile nella scena della celebre passeggiata di Holly sulla Fifth Avenue a New York City.

    Gli uomini preferiscono le bionde

    E’ ancora di Marilyn Monroe l’abito della terza posizione nella classifica dei vestiti più costosi del Cinema. Battuto all’asta per 1.2 milioni di dollari, stiamo parlando del vestito iconico rosso indossato nel film “Gli uomini preferiscono le bionde” del 1953 che lasciava intravedere le gambe di Marilyn grazie all’ampio spacco.

    My Fair Lady

    Il secondo abito più costoso della storia del cinema è quello indossato da Audrey Hepburn in “My Fair Lady” del 1964. Acquistato per più di 3.7 milioni di dollari, il vestito è visibile nella scena all’ippodromo degli Ascot, ed è significativo che la pellicola vinse l’Oscar per i migliori costumi.

    Quando la moglie è in vacanza

    L’abito più costoso della storia del cinema è stato indossato da Marilyn Monroe nel film “Quando la moglie è in vacanza”. Battuto all’asta per 5.6 milioni di dollari, è l’abito nei toni dell’avorio con profonda scollatura sul decolletè e gonna plissettata, che svolazza grazie al vento proveniente dalla grata sotto ai piedi dell’attrice.

    1117

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI