Graf Von-Faber Castell svela Catherine’s Palace, penna dell’anno 2014 [FOTO]

Graf Von-Faber Castell svela Catherine’s Palace, penna dell’anno 2014 [FOTO]

Graf Von-Faber Castell svela Catherine's Palace, Pen of The Year 2014 ispirata al Palazzo d'Estate che Caterina I La Grande si fece costruire a San Pietroburgo

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    Lusso e magnificenza per uno strumento di scrittura prezioso come pochi al mondo. Graf Von-Faber Castell svela Catherine’s Palace, Pen of the Year 2014, la penna dell’anno per la maison, dedicata a uno dei palazzi più belli al mondo e alla sovrana che contribuì a renderlo magnifico. L’ispirazione, come indica il nome, arriva dal Palazzo che Caterina I la Grande fece costruire come sua residenza estiva a San Pietroburgo nel 1718 e in particolare alle decorazioni della Sala dell’Agata. Esemplari in edizione limitata, in oro con inserti di pietre preziose e platino per un penna che omaggia l’opulenza dell’antica corte di Russia.

    Graf Von-Faber Castel è tra i produttori più noti per le penne di lusso e in particolare con la sua collezione Pen of the Year, edizioni limitate dedicate a un tema o a grandi personaggi. I materiali più preziosi rendono le penne della collezione degli esemplari unici. Così è per la Catherine’s Palace che, come già detto, omaggia il Palazzo d’Estate fatto costruire da Caterina I La Grande a San Pietroburgo.

    Il Palazzo è senza dubbio uno dei più belli al mondo ma è la Sala d’Agata la vera fonte di ispirazione per questa penna. Riconosciuta come “l’ottava meraviglia del mondo”, la sala deve la sua grandiosità e opulenza all’opera di Charles Cameron, architetto scozzese che viaggiò a lungo a Roma, studiando l’arte classica e che trovò in Caterina La Grande la committente perfetta. Nella sala Cameron riuscì a combinare due passioni, quella per il mondo greco-romano e quella per il mondo dei minerali.

    Di questa sala i maestri artigiani di Graf Von-Faber Castell hanno ripreso lo sfarzo e la magnificenza, comprimendoli in modelli di penna, in platino e con doratura a 24 carati.

    Il primo, con pennino in oro bicolore e inciso a mano, presenta tra grandi pietre di diaspro bruno-rossastro incastonate, a richiamano le volute della camera, con il disegno a catenella del fusto che rimanda allo stile: mille i pezzi per la stilografica e trecento per la roller.

    La versione con doratura a 24 carati è ancora più preziosa, con solo 150 pezzi per la stilografica e 30 per la roller. Sei le pietre di diaspro che incorniciano il fusto e che a loro volta sono incorniciate da rossette in oro lavorate rigorosamente a mano: due pietre di quarzo russo giallo coronano il cappuccio e il finale del terminale della penna a stantuffo. Il pennino della stilografica è in oro bicolore a 18 carati, inciso a mano. Un omaggio che sintetizza la grandiosità e il lusso di Caterina La Grande e il suo Palazzo.

    467

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI