Grandi Magazzini: stagione di licenziamenti

Grandi Magazzini: stagione di licenziamenti

Aria di crisi per i grandi magazzini, la risposta: un taglio al personale

da in Boutique di lusso, Curiosità, New York, Primo Piano, Neiman-Marcus
Ultimo aggiornamento:

    Ancora cattivo odore di crisi e questa volta a cadere nel mirino della recessione economica sono i dipendenti de Saks, gruppo conosciuto per i suoi grandi magazzini che popolano New York.

    Non sono solo i singoli brand a soffrire la crisi e a dover prendere decisioni difficili, come aveva fatto Chanel poco tempo fa quando era stata costretta a dare un grosso taglio al personale. Anche il Saks dovrà darci un taglio licenziando il 9% dei suoi impiegati che a conti fatti significa sopprimere 1100 posti di lavoro. Tempi duri, troppo duri per rimanere improvvisamente anche senza lavoro.

    Il motivo? Semplice, una diminuzione delle vendire del 20% nel mese di dicembre nonostante molti articoli venduti con un saldo del 70%, insomma un Natale un po’ sottosopra per tutti.

    Ma Saks non è l’unico grande magazzino a soffrire la crisi, anche il suo principale concorrente, Neiman Marcus, con il suo speciale catalogo natalizio, è stato scosso dalla recessione, che a quanto pare non risparmia proprio nessuno. Con un crollo delle vendite del 28% a dicembre ha deciso di licenziare il 2% dell’organico, anche in questo caso 400 dipendenti si troveranno disoccupati.

    238

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Boutique di lussoCuriositàNew YorkPrimo PianoNeiman-Marcus
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI