Gucci presenta la nuova Men’s Cruise Collection per il 2017 [FOTO]

Gucci presenta la nuova Men’s Cruise Collection per il 2017 [FOTO]

La prima collezione crociera firmata da Alessandro Michele per Gucci con 87 outfit dal gusto molto british

da in Gucci, Moda, Moda uomo
Ultimo aggiornamento:

    Alessandro Michele, il direttore creativo di Gucci presenta la nuova Men’s Cruise Collection per il 2017. Lo stilista romano ha proposto accostamenti audaci con look che giocano sulla tradizione ma con una rivisitazione appariscente. Un lookbook di una delle collezioni uomo più sorprendenti della stagione invernale. Dopo l’uscita dalla maison Gucci di Frida Giannini, il suo braccio destro si è rivelato essere un suo degno sostituto, merito forse degli insegnamenti della sua mentore.

    Entrato in Gucci nel 2002, oggi Alessandro Michele ha dimostrato di avere le redini ben salde del brand presentando una collezione di abiti da uomo sorprendente. 87 outfit presentati in contemporanea con le sfilate dedicate alla moda donna. Un numero che ha lasciato tutti stupiti, così come l’anticipo rispetto a tutti gli altri brand.
    La location scelta è Hilles House, una dimora in campagna di proprietà della famiglia Blow, che ha visto un susseguirsi di scatti fotografici ad opera di Nick Waplington, un fotografo di moda molto amato dagli stilisti.
    La Men’s Cruise Collection 2017 è fatta di abiti che ben si inseriscono nell’ambiente dove sono stati immortalati, perchè gioca fra il gusto British mixato e i dettagli eccentrici. I modelli si susseguono con divise scolastiche, blazer blu, bomber, trench e abiti con influssi scozzesi, rivisitati con dettagli punk, denim e animalier, da indossare con cappelli vintage o occhiali da sole dell’ultima collezione Gucci. Qui lo stilista ha messo tutto il suo amore per l’Inghilterra, e i suoi college boys lo dimostrano appieno. Un guardaroba maschile più originale, pur rimanendo legato alla tradizione.

    E infatti il suo creatore lo commenta così: “Questo guardaroba è come un rituale, e io sono affascinato dai rituali e dai suoi codici. I codici non devono essere cancellati, devono essere reinventati e riposizionati in un disegno diverso”.
    Una collezione che non può non attirare l’attenzione dei buyer e dei consumatori, confermando il ruolo innovativo della maison di moda.
    Quelli che però faranno ad accettare certe scelte saranno gli uomini che non sanno osare, che non amano mettersi in gioco, ma non è prettamente per loro che è stata pensata.
    “Questa collezione è dedicata a tutti gli uomini che amano il loro guardaroba. Agli uomini che amano le cose belle e a quelli a cui piace vestire cose diverse, o vestire il formale in maniera diversa” suggerisce Alessandro Michele.
    Lo stilista ha evidentemente un obiettivo ben preciso: stupire e dare importanza all’uomo che sceglie di indossare i suoi capi.
    Attendiamo quindi con il fiato sospeso le sfilate del 2 giugno nel chiostro dell’abbazia di Westminster, dove verranno presentate le collezioni complete, e prepariamoci a vedere entrare uno di questi abiti fra i must have firmati Gucci.

    484

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GucciModaModa uomo Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI