Guida Michelin 2015: i ristoranti stellati della sessantesima edizione [FOTO]

Guida Michelin 2015: i ristoranti stellati della sessantesima edizione [FOTO]

Scoprite tutti i ristoranti, le stelle e le novità della Guida Michelin 2015, l'edizione numero 60

da in Ristoranti di Lusso
Ultimo aggiornamento:

    L’edizione della Guida Michelin 2015 presentata a Milano all’Hotel Principe di Savoia quest’anno compie 60 anni. Michael Ellis, direttore Michelin Europa, ha rivelato le principali novità della guida: 27 nuovi stellati e solo due new entry fra i bistellati. “Non possiamo fabbricare le stelle – dice a margine Michael Ellis – ma l’Italia resta una delle destinazioni gastronomiche più dinamiche al mondo”. Con i suoi 332 ristoranti stellati, l’Italia si conferma infatti secondo paese al mondo per quantità di riconoscimenti Michelin.

    Si è da poco conclusa la cerimonia di presentazione dell’edizione 2015 della guida rossa Michelin, che ha visto 332 ristoranti stellati, di cui 285 con una stella, 39 con due stelle e 8 con tre stelle.
    Novità per 2 locali che passano alle 2 stelle, che sono “Il Piccolo Principe” guidato dallo chef Giuseppe Mancino a Viareggio, e la “Taverna Estia” di Francesco e Armando Sposito a Brusciano in provincia di Napoli.

    I ristoranti con 1 nuova stella sono il “Del Cambio” di Torino, “IYO Sushi Fusion Experience” di Milano, “Berton” di Milano, “Sarri” di Borgo Prino, “Lido 84″ di Gargnano, “La Torre” Castello del Nero di Tavarnelle, “Mammà” di Capri, “President” di Pompei, “Winter Garden” presso il St. Regis di Firenze, e “Il Flauto di Pan” di Ravello, solo per citarne alcuni.

    Fra le regioni più premiate dalla Rossa si conferma al primo posto la Lombardia, con 58 ristoranti (2 tre stelle, 6 due stelle, 50 stelle). Segue il Piemonte con 39 ristoranti segnalati, ma grande merito anche alla Toscana e alla Campania, che primeggiano per nuove entrate. Roma e Napoli sono le provincie con più ristoranti stellati grazie ai 20 in totale per i due capoluoghi.

    Fra i ristoranti bocciati della Guida 2015 troviamo “Il Rigoletto” di Reggiolo (prima 2 stelle), “Il Desco” di Verona e “Il Pellicano” di Porto Ercole (da 2 a una 1), mentre altri 23 ristoranti perdono l’unica stella, 7 dei quali per cessata attività.

    Gli otto ristoranti 3 stelle del 2015 sono una conferma dell’anno scorso: “Osteria Francescana” di Modena, “Dal Pesatore” a Canneto sull’Oglio, “Enoteca Pinchiorri” di Firenze, “Reale” a Castel di Sangro, “Piazza Duomo” ad Alba, “Da Vittorio” a Brusaporto, “Le Calandre” a Rubano di Padova, e “La Pergola”, uno dei ristoranti con terrazza dove godersi la città di Roma.

    Una novità di questa sessantesima edizione è anche l’App Guida Michelin che sarà disponibile gratuitamente dal 7 novembre per iOS e Android. L’applicazione conterrà tutti i riferimenti e le recensioni dei ristoranti segnalati nel 2015, e permetterà agli utenti di lasciare commenti personali, caricare foto della propria cena e condividere sui social network le proprie esperienze e i giudizi nei confronti dei migliori chef italiani.

    Una curiosità: solo una chef donna compare fra i cuochi dei 27 nuovi locali stellati della Guida 2015: si tratta di Ilaria Di Marco con il suo “Le Tre Lune” di Calenzano alle porte di Firenze.

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ristoranti di Lusso Ultimo aggiornamento: Mercoledì 05/11/2014 12:05
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI