Speciale Natale

I migliori chef italiani, la classifica del 2015 [FOTO]

I migliori chef italiani, la classifica del 2015 [FOTO]
da in Classifiche, Food & Drink, Ristoranti di Lusso
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21/05/2015 10:22

    Bottura

    Nell’anno di Expo, il cibo è argomento cruciale e stabilire chi siano i miglior i chef italiani del 2015 è ancora più difficile. Le guide più rinomate sono già al lavoro per dare una nuova classifica a livello internazionale, aspettando la World’s 50 Best Restaurants dedicata ai migliori ristoranti dell’anno che consacra le stelle della gastronomia internazionale. Alcune riviste specializzate hanno chiesto direttamente agli addetti ai lavori, come la francese Le Chef che ha voluto stilare la classifica dei 100 migliori chef al mondo. I nomi degli italiani che stanno rivoluzionando il mondo dell’alta cucina ci sono tutti: vediamoli insieme. Nella lista stilata dal magazine francese gli chef hanno indicato i nomi dei colleghi più meritevoli per tecnica, creatività ed espressione dei valori gastronomici, partendo come requisito base dall’avere minimo due Stelle Michelin. Dalla classifica dei migliori ristoranti al mondo a quella realizzata dagli stessi chef, ecco i volti dei migliori chef italiani per il 2015.

    Manifestazione culinaria "Identità golose"

    Terzo lo scorso anno nella World’s 50 Best Restaurants con la sua Osteria Francescana di Modena, Massimo Bottura è uno dei migliori chef italiani al mondo, come certificato anche dalla vittoria del White Guide Global Gastronomy Award, l’equivalente del Nobel per la cucina ricevuto lo scorso anno a Stoccolma. La sua cucina unisce tecnica, passione per il territorio e creatività che si esplica anche nei piatti della tradizione italiana. L’ultima creazione di Bottura che ha fatto il giro del mondo è il “bollito non bollito”: partendo da carni eccezionali, lo chef ha studiato tecniche e tempi di cottura che rispettassero le proprietà di ogni singolo pezzo del bollito, arrivando fino a 30 ore di cottura in sottovuoto a basse temperature. D’altra parte, ogni opera d’arte richiede il giusto tempo.

    enrico crippa 8

    Con il suo Piazza Duomo ad Alba (Cuneo), Enrico Crippa si è imposto come uno dei migliori chef al mondo. Le Tre Stelle Michelin sono la conferma di un percorso che lo ha portato nella terra dei tartufi e del Barolo dalle terre dell’Estremo Oriente. La tecnica della cucina giapponese, appresa sul campo, l’uso di materie prime d’eccellenza del territorio, a partire dai fiori di cui è un grande estimatore, rendono ogni piatto di Crippa un omaggio al cibo e ai prodotti della terra.

    massimo alajamo 12

    Il ristorante Le Calandre è una vera istituzione dell’alta cucina italiana e Massimo Alajmo lo guida in cucina da anni, riuscendo a trasmettere in ogni creazione l’amore per i sapori della tradizione, rivisitati in un’ottica contemporanea. Il suo risotto allo zafferano con polvere di liquirizia ne è un esempio: tradizione e innovazione si uniscono in un piatto che rasenta la perfezione.

    nadia santini 15

    Pluripremiata chef italiana, Nadia Santin è l’anima del ristorante Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio. Una storia personale e famigliare fatta di amore e passione per la cucina del territorio e un legame con i prodotti locali impossibile da rescindere, hanno reso il ristorante un punto fermo dell’alta cucina internazionale. Tutto quello che esce dalle mani di Nadia è pura poesia per il palato.

    annie féolde

    Un’altra grande donna della cucina italiana e internazionale è francese d’origine ma italiana per passione e amore. Annie Féolde, prima chef donna in Italia a conquistare le Tre Stelle, è il cuore e l’anima della cucina all’Enoteca Pinchiorri a Firenze, luogo cult per chiunque voglia assaporare l’alta cucina in chiave toscana. Il segreto del successo di Annie, sulla cresta dell’onda da decenni, è il sapiente mix tra prodotti d’eccellenza e tecniche moderne, in grado di cambiare volto a ogni piatto. L’abbinamento con i grandi vini toscani e del resto del mondo, completa un’esperienza da sogno per ogni papilla gustativa.

    Heinz Beck 24

    Non si può parlare di alta cucina e non citare Heinz Beck, chef de La Pergola, uno dei migliori ristoranti di Roma e del mondo. I premi e riconoscimenti accumulati negli anni, certificano l’eccellenza della sua cucina che si compone di ingredienti pregiati, scelti con la massima accuratezza, lavorati con creatività, competenza e passione. I piatti che escono dalle sue mani sono piccole opere d’arte moderna, quasi troppo belli da mangiare e splendidi fin dal primo morso.

    Davide Scabin

    Perfezione ed estro sono le parole chiavi della cucina di Davide Scabin che nel suo Combal.Zero porta avanti la sua rivoluzione in cucina. Mai domo e sempre alla ricerca di nuovi stimoli, Scabin è un vulcano in eruzione, intento a portare a nuove vette il gusto dei piatti della cucina italiana più conosciuti.

    1092

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI