NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I migliori gin italiani, le marche esclusive da provare

I migliori gin italiani, le marche esclusive da provare
da in Classifiche, Food & Drink, Liquori pregiati, Luxury Shop
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22/02/2017 10:48

    Gin italiani

    Quali sono i migliori gin italiani e le marche esclusive da provare? Questo distillato forte sta vivendo un momento di grande successo soprattutto nel nostro Paese, dove si contano già 40 etichette diverse tutte al 100% made in Italy, uno dei superalcolici più amati nel mondo realizzato a partire dalla distillazione di cereali con prevalenza di granturco e aromatizzato aggiungendo diversi tipi di erbe, spezie e radici. Ma quali sono i migliori gin prodotti nel Ben Paese? Scopriamolo insieme.

    Tovel's Gin

    Dopo aver visto quali sono i migliori gin nel mondo, scopriamo che tra gli italiani più amati si trova il Tovel’s Gin, distillato nel parco naturale di Adamello Brenta, nelle Dolomiti trentine. Si ottiene utilizzando nove bacche botaniche locali raccolte lungo le sponde del lago Tovel: ginepro alpino, pino mugotipicissimo, fiori di sambuco, frassino Orniello, semi di cumino, scorze di limone della riviera del Garda, radice di Angelica e di genziana. Un gin profumato oltre che gustoso.

    Dol Gin

    Il Dol Gin viene prodotto nella distilleria Zu Plun nell’alto piano dolomitico Alpe di Siusi. Ci vogliono ben 2 anni per la creazione di questo superalcolico, la cui caratteristica è l’uso di acqua pura di sorgente per la riduzione alcoolica e ben 24 botanici diversi, dal ginepro alla salvia, dal finocchio al timo, dalla menta alle foglie di noce e non solo.

    Gilbach Gin

    Classe 2014, il Gilbach nasce come gin di montagna in tutto e per tutto. Tra i botanici che ne rendono il sapore unico raccolti nei boschi della Val di Fiemme ricordiamo la prugna, la ciliegia, la nocciola, oltre al limone e al sambuco, con note di tè e mate.

    Gino Gin

    Alessandro Pancini e Luca Graffo, già produttori nel 2009 della prima vodka biologica italiana, realizzano il gin Gino, un distillato di grano con cinque botanici: ginepro, liquirizia, salvia, limone e rosa damascena. Il tutto viene unito all’acqua di fonte Lurisia, per un gin equilibrato e gustoso.

    Greedy Gin

    Il Greedy Gin nasce dall’unione tra la tradizione inglese più pura e la creatività tutta italiana. Viene infatti distillato in Inghilterra ma è il frutto di ricerche e studi italiani condotti dalla About Ten, un gin profumato realizzato a partire da ben 18 erbe diverse, di cui solo 13 vengono dichiarate.

    Gin Pilz

    Secco e deciso il Gin Pilz, realizzato in un borgo nella Valle di Cembra in Trentino, presso la distilleria Pilzer che produce grappe pregiate dal 1957. Come è facile immaginare, i 25 botanici utilizzati nella ricetta sono tutti originari dei boschi trentini, uniti all’acqua delle Dolomiti, e il profumo di ginepro non è mai troppo accentuato all’olfatto.

    Gin Vallombrosa

    Il Vallombrosa è un gin artigianale prodotto dai monaci del monastero di Vallombrosa di Arezzo. Definito gin monovarietale perché realizzato con il ginepro che cresce tra Sansepolcro e Pieve Santo Stefano e distillato senza unire altre piante e aromi, il Vallombrosa ha una ricetta di base antica che non è mai cambiata nel corso degli anni, un gin liscio ed equilibrato dal sapore intenso.

    854

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati

    ARTICOLI CORRELATI