Speciale Natale

Il Parco più bello d’Italia del 2012 è il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera

Il Parco più bello d’Italia del 2012 è il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera

Il Parco del Vittoriale degli Italiani è stato nominato Parco più Bello d'Italia del 2012

da in Classifiche, Per pochi intimi
Ultimo aggiornamento:

    Se avete occasione di trovarvi in Italia nei pressi del Lago di Garda, magari per un soggiorno di piacere in Nord Italia, non potete esimervi dal visitare quello che è stato nominato il parco più bello d’Italia del 2012. Si tratta del Parco del Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, eletto appunto Parco Più Bello 2012 da una giuria di esperti.

    Secondo quanto dichiarato dall’architetto Leandro Mastria, ideatore del premio di Parco Più Bello, “il Vittoriale ha vinto perché è una creazione poetica, un giardino di più giardini, evocativo, teatrale, simbolico. Ha una bellezza scenografica unica, progettato con la stessa perfezione dei versi dei poeta rivolta però verso il paesaggio. Ma ha vinto anche perché il parco è aperto ad eventi e concerti che lo rendono un luogo di bellezza per i cittadini, e di ritrovo culturale.

    Ma il Vittoriale non è l’unico parco d’Italia che sta seguendo un percorso di rinnovamento, soprattutto a livello culturale. Tra i parchi che hanno suscitato grande interesse tra la giuria del premio, ci sono anche il Castello di Racconigi, residenza estiva della famiglia reale sabauda, il Giardino della Kolymbetra nella valle dei templi di Agrigento, tornato agli antichi splendori grazie all’intervento del FAI, e il Giardino di Ninfa vicino a Latina.

    Perché non approfittare dunque di un breve soggiorno in Nord Italia per visitare il Lago di Garda, ma soprattutto quello che è stato definito come il Parco più bello d’Italia del 2012? L’interesse culturale per il Vittoriale degli Italiani deriva anche dal fatto che fu dimora del poeta Gabriele D’Annunzio, che lo donò al popolo italiano. Progettato dall’architetto Giancarlo Maroni, il parco occupa un terreno molto vasto di nove ettari e ospita la casa di D’Annunzio, oltre al Museo della Guerra, all’Auditorium in cui è custodito l’aereo con il quale il poeta sorvolò Vienna, il Mausoleo, il MAS 96 della Beffa di Buccari, la nave Puglia che gli fu donata dalla Marina Italiana e che adesso è incastonata sul fianco della collina e il teatro all’aperto Parlaggio.

    Il particolare amore di D’Annunzio per lo scrosciare dell’acqua spinse l’architetto Maroni a realizzare una vasta area boschiva con le Vallette dell’Acqua pazza e dell’Acqua savia attraversate da due ruscelli che confluiscono nel cosiddetto laghetto delle danze. Tale laghetto è a forma di violino ed è stato ideato appositamente per ospitare spettacoli musicali e di danza.

    I Giardini Privati del Vittoriale sono parte integrante del percorso di cimeli storici che si snoda lungo il parco, tra cui figurano i Massi del Grappa e degli altri Monti di guerra del ’15-’18 e l’Arengo, dove sono collocate 17 colonne a ricordo delle vittorie della Grande Guerra. Per gli appassionati d’arte, è presente anche la Canefora, opera in bronzo di Napoleone Martinuzzi situata al frutteto, raggiungibile percorrendo i sentieri delle limonaie e del giardino.

    Dal momento che il complesso museale del Vittoriale degli Italiani è aperto al pubblico tutto l’anno, ogni momento è quello giusto per andare a visitare il Parco Più Bello d’Italia 2012.

    539

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ClassifichePer pochi intimi

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI