Il superyacht leggendario di Aristotele Onassis Christina O è in vendita

Il superyacht leggendario di Aristotele Onassis Christina O è in vendita

Il superyacht di Aristotele Onassis, il Christina O, è in vendita: il valore, secondo la società Edmiston, si aggira intorno ai 32 milioni di dollari ma potrebbero chiudere a una cifra anche più alta

da
Ultimo aggiornamento:

    Christina O yacht

    Il superyacht di Aristotele Onassis, il leggendario 99 metri Christina O noto anche come Love Boat, è in vendita. A gestire il colossale affare è la società Edmiston, specializzata in grandi navi di lusso: il valore dello yacht al momento è di 32 milioni di dollari, ma non è detto che si possa chiudere a un prezzo anche più alto. Lo yacht dell’armatore greco non è solo un’imbarcazione splendida ma un vero simbolo della Dolce Vita e dello stile di vita opulento della famiglia Onassis. A bordo sono passati oltre ai due grandi amori di Onassis, Maria Callas e Jakie Kennedy, tutti i più importanti vip e reali degli anni passati.

    Il Cristina O’, questo il vero nome dello yacht, è passato alla storia come segno della grandezza e della ricchezza di Onassis. Dopo l’isola privata di Skorpios, acquistata da un miliardario russo, un altro pezzo della storia della famiglia Onassis arriva sul mercato.

    Lo yacht negli anni passati era conosciuto anche come Love Boat: qui si sono consumate le storie d’amore dell’armatore prima con la diva della lirica, Maria Callas, poi con la vedova del presidente Kennedy, Jacqueline. Il principe Ranieri e Grace Kelly tennero una parte del loro ricevimento di nozze sullo yacht, ospitando 34 ospiti in 18 lussuosissime suite.

    A bordo salirono i più grandi divi dell’epoca tra cui citiamo Frank Sinatra, Marilyn Monroe, Greta Garbo, Elizabeth Taylor, Richard Burton e John Wayne: ancora oggi si può soggiornare nel salone dove The Voice e la Callas si divertivano a intrattenere gli amici con performance da brividi.

    Lo yacht nasce in realtà come fregata in Canada nel 1943 per la Seconda Guerra Mondiale: dieci anni più tardi Onassis la comprò per 34mila dollari, spendendo 4 milioni per rifare tutti gli interni, l’equivalente di 45 milioni al cambio attuale.

    Lo yacht divenne un simbolo del lusso e dell’opulenza in cui amava vivere l’armatore. Alla sua morte, nel 1975, Onassis la lasciò in eredità alla figlia Christina che a sua volta la lasciò allo Stato come regata presidenziale: nel 1999 lo acquistò John Paul Papanicolaou che lo riportò a nuova vita con un importante restauro, dando il nome di Christina O’, in onore della figlia dell’armatore.

    Aristotele Onassis ha visto il Christina O’ come un potente simbolo del suo impero economico”, ha spiegato Nicholas Edmiston, presidente della Edmiston, che prevede di vendere la nave a metà agosto. “È stato davvero un simbolo di opulenza e molti oggi sono stati attratti dalla privacy che offre, e non solo per la sua magnificenza”.

    Se sei appasionato di yacht, non puoi mancare al Salone Nautico di Genova, la cui 53esima edizione
    si terrà dal dal 2 al 6 Ottobre.

    510

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI