Italia, manette per 4 riciclatori di auto di lusso

Quattro italiani fermati al confine finiscono in manette per riciclaggio di auto

da , il

    Dopo il colpo di Treviso, ecco un altro misfatto tutto italiano che riguarda sempre auto di lusso. Questa volta si tratta di un’auto di lusso perfettamente clonata e fermata al confine. Quattro uomini finiscono in manette.

    Arrestati 4 italiani che circolavano su una Porsche Cayenne con dei documenti falsi. Giovanni Ferrandino, Federico Lancella e altri due di cui ancora non è stata resa nota l’identità se non con delle “iniziali” sono stati fermati lo scorso venerdì al casello di Amaro.

    I poliziotti insospettivi in primis dal modello dell’auto hanno fermato i quattro e hanno controllato i documenti, che apparentemente potevano sembrare autentici, ma che in realtà erano stati abilmente contraffatti.

    Da un controllo è emerso inoltre che uno dei passeggeri di questa Porsche Cayenne aveva già dei precedenti per il riciclaggio di vetture di lusso e che una macchina identica a quella era stata rubata a gennaio a Milano. La macchina è stata clonata ma i poliziotti hanno motivo di pensare che in questo crimine siano coinvolte anche altre persone, ovvero quelle che si sono occupate del furto.

    Via | Il tempo

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati