Joan Roca è il miglior cuoco al mondo: spodestato l’italiano Massimo Bottura

Joan Roca è il miglior cuoco al mondo: spodestato l’italiano Massimo Bottura

Va allo spagnolo Joan Roca il titolo di miglior cuoco al mondo assegnato dalla francese Academie Internationale de la Gastronomie: spodestato lo chef italiano pluristellato Massimo Bottura

da in Food & Drink, Ristoranti di Lusso
Ultimo aggiornamento:

    Joan Roca

    Cambio al vertice dell’alta cucina. È lo spagnolo Joan Roca il miglior cuoco del mondo secondo la francese Academie Internationale de la Gastronomie che ha affidato il titolo allo chef del ristorante El Celler de Can Roca (Girona). Perde così il primato l’italiano chef pluristellato Massimo Bottura del ristorante Osteria Francescana che era stato insignito del titolo lo scorso anno. Il gusto made in Italy però può festeggiare: nonostante la perdita della vetta quattro rappresentanti della alta cucina italiana sono stati premiati nel corso della cerimonia svoltasi a Parigi.

    L’Italia, pur perdendo il titolo di miglior cuoco al mondo, è stata tra le nazioni più rappresentate nel corso di Prix Aig 2011 e i Grand Prix Aig 2011, la cerimonia organizzata dall’Accademia.

    È infatti italiano il “Miglior chef emergente” Giovanni Santini del ristorante “Dal Pescatore” di Canneto dell’Oglio (Mn). Il “Gran Premio Arte della Sala” è andato a Umberto Giraudo, restaurant manager della “Pergola” presso il Rome Cavalieri di Roma, mentre è stato assegnato a Enrico Carnevale Schianca il premio “Letteratura gastronomica” per il libro “La cucina medievale”. Premiato anche Davide Paolini per la categoria “Giornalismo gastronomico”.

    Nomi importantissimi della gastronomia di tutto il mondo erano presenti alla premiazione.

    Il titolo del cuoco migliore al mondo va però allo spagnolo Joan Roca, ma è tutta la Spagna a uscire vincitrice. Tra i premiati spiccano Ramon Freixa, chef del Restaurante Ramón Freixa (Madrid), Joseán M. Alija, chef del Restaurante Nerua (Bilbao) e Angel Leon, chef del Restaurante Aponiente (El Puerto de Santa María) a cui sono andati i premi “Chef de L’Avenir”, mentre per il mondo del wine il premio come miglior sommelier è andato a José Polo del Restaurante Atrio (Cáceres).

    L’Accademia che riunisce le 27 rappresentanze nazionali di quattro continenti, ha così dato lo scettro alla Spagna. Dopo Ferran Adrià ora la penisola iberica è pronta a celebrare il nuovo re dell’alta cucina.

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Food & DrinkRistoranti di Lusso
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI