La Ferrari 250 GTO da record è l’auto più costosa di sempre

La Ferrari 250 GTO da record è l’auto più costosa di sempre

ferrari 250 gto record

Un nuovo record per la Ferrari e questa volta arriva da una vettura storica, la Ferrari 250 GTO del 1962, venduta all’asta per 28 milioni di euro, diventando l’auto più costosa di sempre. Un’auto più che storica, davvero rara, cosa che ha fatto salire la cifra finale fino a toccare un nuovo primato. Nonostante l’ultima volta sia stata venduta solo dieci anni fa a 6,8 milioni di euro, ora ha stabilito il primato dell’auto più costosa di sempre e con varie ragioni. Prodotta in soli 39 esemplari tra il 1962 e il 1964, di questi solo due sono stati realizzati nel particolar colore verde mela, basato sulla tonalità dello sponsor di allora BP, la British Petroleum.

Per la casa di Maranello arriva così un nuovo record che conferma, se mai ce ne fosse bisogno, il successo di tutte le sue vetture tra i collezionisti d’auto d’epoca.

Ad acquistare l’auto dei record, arrivata all’asta dopo dieci anni, ma venduta con una compravendita privata, è stato il collezionista americano Craig McCaw che ha aggiunto la Ferrari 250 GTO alla sua collezione già ricca personale.

Con il suo caratteristico colore verde, era stata costruita per il leggendario pilota britannico di Formula Uno Stirling Moss che, nonostante non l’abbia mai guidato in pista, ha sempre avuto un debole per quella vettura.

Purtroppo nell’aprile del 1962 il pilota ebbe un brutto incidente in pista, in cui rischiò di morire, e da allora ha abbandonato il mondo delle corse, senza poter guidare la vettura realizzata appositamente per lui.

La Ferrari 250 GTO è scesa in pista una sola volta nello stesso anno, a Le Mans, guidata da Innes Ireland: 300 cavalli di potenza con una velocità massima di 290 chilometri orari, era un vero gioiello firmato dalla casa di Maranello.

Oltre alla particolarità del colore, ci sono una serie di aneddoti che la rendono ancora più speciale. Nata come evoluzione della 250 GT, il nome avrebbe dovuto essere 250 GT, ma nel telegramma dell’avvenuta omologazione qualcuno aggiunse la O che poi rimase.

Un motore V12 con carburatori doppio corpo Weber, freni a disco, la Ferrari da record era già all’epoca un vero gioiellino ed era tra le più ricercate da parte dei collezionisti.

Ora il suo nuovo proprietario potrà godersela, anche se, visto il valore, è più probabile che rimanga esposta nel garage, a meno di farle fare qualche giro in pista per la gioia degli appassionati.

Una buona notizia anche in vista dell’asta che Ferrari ha organizzato per aiutare le vittime del terremoto in Emilia: visti i record, si può ben sperare di raccogliere molti fondi.

472

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 04/06/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento