La Ferrari SP12 EC creata per Eric Clapton

La Ferrari SP12 EC creata per Eric Clapton
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

ferrari sp12 ec eric clapton 01

La musica e la passione per la Ferrari. Eric Clapton, tra i più noti chitarristi e musicisti rock blues, non ha mai nascosto il suo amore per le auto del Cavallino Rampante e ora può mostrare orgoglioso la sua Ferrari SP12 EC. Un omaggio che la casa di Maranello ha voluto fare al musicista e alla sua carriera sia come musicista sia come possessore di Ferrari. “Slow Hand” ha potuto seguire la creazione della sua Ferrari, rimanendo più che soddisfatto dalla vettura a lui intitolata.

Come molte star anche Eric Clapton coltiva la passione per i bolidi di lusso. In particolare per lui Ferrari significa la 512 BB, un modello storico di cui ha posseduto 3 esemplari nel corso del tempo.

La nuova Ferrari si ispira proprio all’auto amata dal musicista, come la classica mascherina di alluminio a rettangoli sovrapposti posta sul muso, ma si basa sulla pluripremiata 458 Italia, già nel garage di molte star.

La SP12 EC nasce dalla collaborazione con l’artista e unisce le più alte tecniche innovative della casa di Maranello al design e alle forme che hanno da anni rapito il cuore di Clapton: proporzioni e architetture rielaborate in ogni minimo dettaglio, come seguendo uno spartito, dove è l’unione delle singole note a creare un capolavoro.

Per l’artista è stato “come avere davanti una gigantesca tela bianca sulla quale dipingere“, ha dichiarato al Ferrari Official Magazine, definendo questa esperienza “una delle cose più soddisfacenti che abbia mai fatto“. Come dargli torto: non a tutti capita di disegnare la propria Ferrari dei sogni.

314

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 28/05/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento