Speciale Natale

Le 10 auto d’epoca più costose al mondo

Le 10 auto d’epoca più costose al mondo
da in Auto d'epoca, Auto Di Lusso, Motori di lusso
Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10

    auto depoca costose

    Quali sono le 10 auto d’epoca più costose al mondo? Quali i modelli che hanno fatto la storia in tempi passati e che, nonostante la tecnologia sia in costante evoluzione, sono rimasti esempi di bellezza ed esclusività? La passione per le vetture d’epoca non è mai scemata, anzi è cresciuta: sono in molti oggi gli appassionati che coccolano i loro gioiellini e li mettono in mostra in occasioni importanti, riportando in vita auto che ormai non trovano più posto nei garage contemporanei. La speciale classifica delle quattro ruote d’epoca più costose è costellata di vetture uniche, in ogni senso, a partire dai prezzi, e vede un grande marchio dominare su tutti. Vediamo di chi si tratta.

    Ferrari 250 GTO (1963) – 52 ml di dollari
    Ferrari 250 GTO 1963

    Il primato spetta alla Ferrari 250 GTO del 1963, una delle sole 39 prodotte dalla casa di Maranello, venduta nel 2013 dal collezionista Paul Pappalardo per l’incredibile cifra record di 52 milioni di dollari. La vettura è una delle più ambite dagli appassionati del Cavallino Rampante ed è l’auto numero 5111 che vinse il Tour de France del 1963, guidata dal pilota francese Jean Guichet.

    Bugatti Type 57SC Atlantic Coupé – 40 ml di dollari (1936)
    bugatti atlantic coupe

    Il secondo posto spetta alla Bugatti Type 57SC Atlantic Coupé, una dei tre esemplari prodotti dalla casa automobilistica nella versione coupé, del 1936. Premiata in molte occasioni, tra cui il Concorso d’Eleganza Villa d’Este che premia l’auto più bella al mondo, appartiene allo stilista Ralph Lauren, grande appassionato e collezionista. Per averla, ha sborsato una cifra vicina ai 40 milioni di dollari che l’ha resa per lungo tempo la vettura più costosa al mondo.

    Ferrari 250 GTO Stirling Moss (1962) – 32 ml di dollari
    ferrari 250 gto stirling moss

    Il terzo posto è ancora del Cavallino Rampante con un’altra Ferrari 250 GTO del 1962. Il modello è noto anche come la Ferrari Stirling Moss, dal nome del pilota a cui era destinata ed è stata venduta per 32 milioni di dollari. Si tratta di una delle sole due auto realizzate nel caratteristico color verde mela legato allo sponsor di allora, la BP: ad aggiudicarsela il collezionista americano Craig McCaw.

    Mercedes W196R (1954) – 29,65 ml di dollari
    Mercedes W196R

    Proseguendo, troviamo una vettura storica, la Mercedes W196R del 1954, guidata dal leggendario pilota di Formula Uno Juan Manuel Fangio nell’anno della sua vittoria nel campionato più importante. La vettura è stata acquistata nel corso di un’asta nel 2013 per la cifra finale di 29,65 milioni di dollari, rendendola l’auto tedesca più costosa della storia. Una quattro ruote che ha fatto la storia per una classifica ricca di auto storiche.

    Ferrari 275 GTB/4 N.A.R.T. Spider (1967): 27,5 ml di dollari
    Ferrari 275 gtb 4 s nart spider

    Una passione mai spenta per le vetture della casa di Maranello che conquistano un altro posto nella speciale classifica con la Ferrari 275 GTB/4 N.A.R.T. Spider by Scaglietti del 1967, venduta nel 2013 al prestigioso Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, per la cifra finale di 27,5 milioni di dollari. Ad acquistarla, un altro grande nome della moda, il canadese Lawrence Stroll, ideatore del marchio Tommy Hilfiger e grande appassionati di motori di lusso.

    Ferrari 275 GTB/C Speciale by Scaglietti (1964) – 26,4 ml di dollari
    ferrari 275 speciale 2

    Siamo ancora in casa Ferrari con l’ennesima vettura che ha fatto la storia e che si merita un posto nella classifica. Questa volta è la Ferrari 275 GTB/C Speciale by Scaglietti del 1964, realizzata in soli tre esemplari dalla casa di Maranello, che è stata venduta ad agosto 2014 a un’asta organizzata da RM Auction’s per la cifra finale di 26,4 milioni di dollari. Nata per le corse, dopo la mancata omologazione, venne destinata alla strada, diventando una delle vetture più ammirate.

    Ferrari 250 Testa Rossa (1957) – 16,39 ml di dollari
    Ferrari 250TR

    Ancora una vettura del Cavallino Rampante nella classifica, a conferma della passione che circonda il marchio. Stiamo parlando della Ferrari 250 Testa Rossa del 1957, venduta nel corso di un’asta nel 2012 per 16,39 milioni di dollari. La prima vettura realizzata della serie storica, la prima costruita nelle officine di Maranello, fu guidata da molti piloti della scuderia Ferrari anche in occasione della storica corsa di Le Mans.

    Ferrari 340/375 MM Competizione Coupé (1953) – 12,8 ml di dollari
    Ferrari competizione

    Il dominio della Ferrari nella classifica si consolida con la presenza della Ferrari 340/375 MM Competizione Coupé del 1953, venduta all’asta nel 2012 per 12,8 milioni di dollari. La vettura è stata una delle grandi auto che ha fatto la storia del Cavallino Rampante, guidata dai piloti Mike Hawthorn e Nino Farina alla Le Mans. Il prezzo finale è stato stabilito nel corso dell’asta organizzata da RM Auction’s a Villa Erba.

    Mercedes-Benz 540 K Special Roadster (1937) – 11,7 ml di dollari
    Mercedes Benz 540 K Special Roadster

    Nella classifica trova posto anche un’auto storica come è la Mercedes-Benz 540 K Special Roadster del 1937, venduta all’asta nel 2012 al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, per 11,7 milioni di dollari. Si tratta di una delle trenta vetture realizzate dalla casa automobilistica nello stile che è diventato un classico per gli Anni Quaranta e che anche oggi conserva tutto il suo fascino.

    Ferrari 250 GT SWB California Spyder (1961) – 11 ml di dollari
    Ferrari 250 TSWB California Spyder

    Una Ferrari tutta nera che ha lasciato il segno nel cuore di molti appassionati: è la Ferrari 250 GT SWB California Spyder nera del 1961 che nel 2008 riuscì a fissare il prezzo finale all’asta a 11 milioni di dollari. Ad aquistarla nel corso della seconda manifestazione “Ferrari Leggenda e Passione” organizzata da RM Auction’s fu il popolare conduttore radiofonico inglese Chris Evans che spese quasi il doppio della cifra fissata dalla casa d’asta e senza pentirsene.

    1230

    Speciale Natale

    ARTICOLI CORRELATI