Lusso in borsa: ancora deboli i titoli luxury

Le quotazioni dei beni di lusso nella settimana passata

da , il

    borsa valori milano

    Le borse di tutto il mondo risentono ancora del duro choc per la crisi dei mutui americani e per il fallimento di alcune famose e prestigiose banche, come la Lehman Brothers. Queste notizie si sono tramutate in segni rossi comparsi accanto ai maggiori titoli internazionali.

    Quasi tutti i comparti hanno risentito molto di questa crisi, anche se nell’ultima settimana ci sono stati segnali di miglioramento, che ci arrivano da ogni parte. Come il comparto bancario, che si riprende dopo lo choc di qualche settimana fa. Altalenante, invece, il comparto energetico, che ha risentito molto delle oscillazioni del prezzo del petrolio.

    Passiamo al comparto del lusso, uno dei piu’ deboli di questa settimana che ci siamo appena lasciati alle spalle. Bulgari, ad esempio, ha chiuso con -1,21%. Meglio Luxottica, che chiude in “verde” con +0.42%, Geox, con 1,93%, e Mariella Burani, con 0,53%. In calo Tod’s con – 0,17%.

    Spostiamoci all’estero: Tiffany chiude con -3.95%, Hermes con +0.68% e Christian Dior con un pesantissimo -6.13%.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati