Lusso in borsa: ancora deboli le quotazioni del settore del lusso

Le quotazioni dei titoli del lusso della settimana appena passata

da , il

    oro

    Continuano i nostri approfondimenti per capire come vanno le quotazioni in borsa per i beni di lusso. Oggi vi presentiamo i risultati della settimana scorsa, cioè da lunedì 10 marzo a venerdì 14 marzo. Piazza Affari ha chiuso un’altra settimana negativa, dovuta anche all’andamento molto debole della borsa di Wall Street. E il settore del lusso si dimostra ancora molto debole, con qualche eccezione.

    Il cambio euro/dollaro ha chiuso la settimana con un nuovo record: è giunto al suo massimo storico di 1,5688 dollari. Anche l’oro ha preso il “volo” con un nuovo record storico, a quota 1007,30 dollari sul Nymex. E i beni di lusso? Grande giornata per Bulgari, che ha chiuso con un +1,52%. Per gli altri titoli di lusso quotati in borsa, invece, il discorso è molto diverso.

    In giornata l’indice World Luxury è riuscito a recuperare la parità, dopo essere stato in ribasso nel corso di tutta la mattinata. Ha chiuso con un debole incremento dell’0,08%. Male per Christian Dior, che ha chiuso con lo 0,54% in meno, benino per Hermes che con uno 0,60% chiude quasi in parità. Male anche la svizzera Richemont che chiude con un -1,59%.

    Malissimo, invece, per Luxottica: dopo aver presentato un positivissimo rapporto del 2007, venerdì ha perso il 3,61%. Durante la giornata di venerdì male anche per Mariella Buriani, Aeffe, It HOlding. Mentre hanno guadagnato molto Tiffany, FMR Art’é e Finarte.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati