Lusso in borsa: i beni luxury pesano su Piazza Affari e in Europa

Lusso in borsa: i beni luxury pesano su Piazza Affari e in Europa

Il settore del lusso non vola in questa settimana appena trascorsa

da in Alta Società, Beni di Lusso, Borse di Lusso, Bulgari, Cartier, Primo Piano, Quotazioni, Tiffany, Luxottica
Ultimo aggiornamento:

    Piazza Affari ha chiuso la settimana che ci siamo appena lasciati alle spalle decisamente in rosso. E con lei molti dei titoli più importanti hanno subito un pesante indebolimento, che ha caratterizzato, in realtà, tutto il mese di luglio 2008.

    Un’altra giornata su cui stendere un velo pietoso. La corsa del greggio, i problemi di Fannie Mae e Freddie Mac, la caduta senza sosta di Lehman Brothers, i segnali di rallentamento dell’economia, la conferma del dollaro su livelli elevati: tutte brutte notizie“. Queste le parole di un trader.

    Passando al comparto del lusso, italiano e internazionale, non ci sono dati molto incoraggianti. Bulgari ha chiuso con – 3,76 per cento, Mariella Burani con meno lo 0,98%, Tod’s con meno 2,84 per cento.

    Pesantissima la chiusura per Luxottica: meno 4,10 per cento.

    Passando all’estero troviamo che Tiffany ha perso il 3,11 per cento, Christian Dior l’1,47 per cento, Hermes il 3,16%.

    191

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alta SocietàBeni di LussoBorse di LussoBulgariCartierPrimo PianoQuotazioniTiffanyLuxottica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI