LVMH acquista la storica pasticceria Cova di via Monte Napoleone a Milano

LVMH acquista la storica pasticceria Cova di via Monte Napoleone a Milano

La holding francese del lusso LVMH mette a segno un altro colpo e acquista la storica pasticceria Cova di via Monte Napoleone a Milano, marchio d'alta pasticceria e locale fondato nel 1817

da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    Pasticceria Cova

    LVMH, la holding del lusso guidata da Bernard Arnault, mette a segno un altro colpo con l’acquisto della storica pasticceria Cova di Via Monte Napoleone a Milano. Il marchio storico dell’alta pasticceria, sito nel locale fondato nel 1817 a lato del Teatro della Scala e dal 1950 trasferitosi nella via più celebre del Quadrilatero della moda, passa nelle mani dei francesi che hanno battuto il marchio Prada con cui all’inizio erano in corso delle trattative. LVMH si è assicurata una quota di maggioranza del marchio, mentre il titolare Mario Faccioli con le figlie Paola e Daniela continuerà a essere nel capitale sociale e nella gestione del locale.

    Dopo Bulgari, Fendi, Emilio Pucci, Rossimoda la holding del lusso, oltre ai tanti progetti in cantiere, acquisisce un altro pezzo della storia del made in Italy, questa volta nel settore dell’alta pasticceria.

    Fondata nel lontano 1817 da Antonio Cova, un soldato di Napoleone che aveva iniziato come “offelliere” in Galleria De Cristoforis, la pasticceria è diventata in poco tempo punto di ritrovo dell’alta società milanese e internazionale. I prodotti della confetteria da sempre rappresentano un must per gli amanti del cibo di lusso: nello storico locale si possono assaggiare le creazioni dei pasticceri, come i migliori prodotti dal mondo in fatto di enogastronomia. Piccola pasticceria, gelati artigianali, creazioni ad hoc, selezione di caffè e tè, pandori e panettoni: un mondo di dolcezze che dalle vie di Milano è arrivato in alcuni selezionatissimi locali nel mondo. Nel 1994 la prima espansione a livello internazionale con l’apertura dei Caffè Cova a Hong Kong, in Cina e in Giappone.

    Le prime notizie delle trattative erano giù trapelate e vedevano il marchio Prada come acquirente del marchio. Nel corso del 5° Luxury Summit organizzato dal Sole 24 Ore era poi arrivata la smentita da parte del ceo del gruppo Patrizio Bertelli: ora la notizia della vendita a LVMH.

    In una nota del gruppo francese si legge che l’operazione ha il duplice obiettivo di “preservare questa vera e propria istituzione della storia milanese, mantenendo negli attuali spazi la Pasticceria di Via Monte Napoleone”, e di “sostenere con forza il suo sviluppo a livello internazionale”, grazie alle sinergie messe a disposizione dalla holding. Novità e investimenti ma anche tradizione con la famiglia Faccioli ancora presente nel capitale e nel management “per garantire la continuità ed il successo che Cova ha saputo conquistare nel corso di quasi 200 anni”.

    Per la pasticcera Cova inizia un nuovo percorso che punterà a espandere il marchio in tutto il mondo, alla pari con altre maison d’alta pasticceria che sono diventati punti di riferimento per gli amanti del cibo di lusso.

    498

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori Ultimo aggiornamento: Domenica 29/05/2016 08:10
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI