Magnate russo vuole comprare la villa che fu di D’annunzio e Bulgari

Magnate russo vuole comprare la villa che fu di D’annunzio e Bulgari
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

hotel villa godilonda

Una villa storica, di quelle che hanno ospitato grandi personalità nel corso della sua storia, da Gabriele d’Annunzio alla famiglia Bulgari, affacciata su uno dei tratti più belli della costa della Toscana. Villa Godilonda si trova a Castiglioncello, in provincia di Livorno, ed è ora nel mirino di un magnate russo che sta conducendo trattative riservate per il suo acquisto. A condurre le trattative un’agenzia immobiliare che non ha reso noto il nome del miliardario, facendo filtrare però il prezzo di partenza, fissato a 14 milioni di euro.

La notizia del nuovo acquisto conferma ancora una volta il fascino e l’attrattiva che l’Italia, e la Toscana in particolare, hanno sugli investitori stranieri.

La regione, nota per le sue bellezze naturali e artistiche e per uno dei tratti di costa più esclusivi del Tirreno, è da anni la meta prediletta di inglesi o americani, ma negli ultimi tempi sono tanti anche i russi che hanno preso “casa” in queste zone.

Le virgolette sono d’obbligo perché si tratta di veri capolavori, ville splendide, dalla storia antica, spesso a due passi da zone meravigliose.

Nel caso di Villa Godilonda stiamo parlando di una proprietà, sita tra la Baia del Quercetano e Punta Righini, che un tempo apparteneva a Gabriele d’Annunzio dove il Vate trascorreva vacanze tra “l’ozio” e “l’edonismo”, protetto da anfratti marini e calette. Fu il poeta a darle il nome Godilonda, un gioco di parole che ben dà l’idea dell’atmosfera del tempo.

La villa fu per un tempo anche di proprietà della famiglia Bulgari, diventando in seguito in albergo fino alla chiusura: ora si trova in uno stato di grave abbandono e sarà necessaria una ristrutturazione adeguata per farla tornare a nuova vita.

Prima però fu una delle mete della “Hollywood toscana“, quando il tratto di costa era meta di attori e vip del cinema nostrano degli ani ’50: qui soggiornavano Mastroianni, Sordi e Gassman, che spesso avevano ospiti e si incontravano con Zeffirelli, Fellini, Antonioni, Comencini e Visconti.

Villa Godilonda però non è l’unica a essere sul mercato. Un funzionario di Gazprom ha acquistato una villa tra Le Forbici e la Buca dei Corvi, alle porte di Castiglioncello, mentre si parla di trattative in corso con un miliadario moscovita interessato a Villa Libeccio a Punta Righini, per decenni casa della sceneggiatrice Suso Cecchi D’Amico.

Il fascino di alcune località come la Toscana, o come la Costa Azzurra, può scemare per un periodo, ma non muore mai: la bellezza della natura, gli edifici esclusivi, il senso estetico sono cose difficili da cambiare.

Tutte notizie che non fanno che confermare l’amore per questo tratto di costa da parte dei nuovi ricchi russi, già presenti con ville da sogno e yacht in Versilia e all’Argentario.

510

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 13/06/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento