Speciale Natale

Maxi valigia Louis Vuitton a Mosca, polemiche nella capitale russa

Maxi valigia Louis Vuitton a Mosca, polemiche nella capitale russa
da in Accessori
Ultimo aggiornamento:

    mosca valigia louis vuitton

    Louis Vuitton è al centro delle polemiche in Russia. La maison ha infatti innalzato una maxi valigia, icona della linea di pelletteria da viaggio, al centro della Piazza Rossa a Mosca, di fronte al mausoleo di Lenin. La maxi valigia è alta 9 metri e lunga 30 ed è una struttura che dovrebbe ospitare la mostra “L’anima dell’avventura”, organizzata dalla maison, con oggetti personali di alcuni dei più celebri avventurieri del mondo. La maxi valigia però non ha mancato di sollevare un polverone di polemiche: vari deputati di diversi partiti hanno chiesto che venga smantellata visto che rovina il colpo d’occhio sulla Piazza Rossa, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

    Louis Vuitton ha spesso realizzato grandi progetti che hanno avuto un impatto sulle città. Tra gli altri, abbiamo visto l’isola galleggiante creata a Singapore per la nuova boutique, adagiata direttamente sull’acqua con ampie vetrate che danno sulla baia.

    La maxi valigia posta a Mosca è stata realizzata per celebrare tra le altre cose i 120 anni dei grandi magazzini Gum, tempio dello shopping di lusso della capitale moscovita, che è una delle città più importanti per il settore del lusso, con la più alta percentuale di miliardari al mondo.

    La struttura è molto grande e posta di fronte al mausoleo di Lenin ed è per questo che ci sono state molte polemiche. Il deputato Serghei Obukhov si è scagliato con forza contro il museo temporaneo perché rovina la Piazza Rossa, definita “un luogo sacro, dove non può essere permesso di organizzare iniziative del genere, è indegno, offensivo e indecente”.

    Stessa reazione anche dai politici del partito liberal-democratico: non sono mancate anche le proteste della gente comune ed è per questo che gli stessi magazzini Gum hanno chiesto alla maison di smontare la maxi valigia.

    Il presidente Louis Vuitton per il Nord Europa, Roberto Eggs, ha cercato di chiarire che non era intenzione della maison offendere nessuno, anche perché la mostra ha uno scopo benefico e il rapporto tra la griffe e la Russia risale ai tempi passati. “Persino prima della rivoluzione i clienti russi benestanti facevano i loro ordini alla fabbrica Louis Vuitton di Asnieres”, ha spiegato.

    Nulla da fare: i magazzini Gum hanno chiesto di smontare la struttura. “Abbiamo informato i rappresentanti russi di Louis Vuitton della necessità di smantellare immediatamente il padiglione. Inoltre prenderemo misure urgenti per eliminare qualsiasi effetto negativo della struttura”, ha dichiarato un portavoce dei grandi magazzini. Sul caso è intervenuta anche l’amministrazione comunale che ha confermato la richiesta di smantellamento della maxi valigia perché “non concordata” con le autorità. La Piazza Rossa dovrebbe tornare alla normalità, senza la grande struttura Louis Vuitton in breve tempo.

    502

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI