Michael Jackson, i riflettori non si spengono

Più passa il tempo e più i riflettori che puntano Michael Jackson risplendono, tra indagini e novità esce fuori un quarto figlio che a quanto pare sarebbe un primogenito

da , il

    Prosegue l’Odissea sulla morte di Michael Jackson e più si vanno in profondità le indagini maggiori sono gli scheletri che saltano fuori. Jacko è morto ma i riflettori rimangono ancora puntati su di lui e tra verità, menzogne e chiacchiericci la sua morte come la sua vita si trasformano in un vero e proprio giallo.

    La polizia continua ad indagare sulla causa effettiva della morte e tali indagini l’ha condotta ad una clinica di Houston, in Texas, d proprietà de medico che si trovava insieme a Michael quando fu colto dal malore che lo ha portato alla morte.

    E’ stata quindi perquisita dall’agenzia antidroga la clinica del dottor Conrad Murray che è stato successivamente interrogato dalla polizia di Los Angeles a proposito dei farmaci somministrato a Jacko. Il medico ha dichiarato di non aver mai utilizzato farmaci o antidolorifici che avrebbero potuto causare un arresto cardiaco. Niente di fatto quindi ma le indagini proseguono coinvolgendo anche le persone più vicine a Michael Jackson.

    Ne frattempo durante gli ultimi giorni pare che sia spuntato un quarto figlio di Michael, si chiama Omer Bhatti e sarebbe nato nel 1984. Pare sia stato notato in prima fila alla celebrazione accanto alla famiglia e qualcuno pare abbia notato una notevole somiglianza con il figlio più piccolo del cantante.

    E gli ingredienti ci sono tutti Omer infatti è un ballerino che sta cercando di sfondare anche come musicista, ma a provarlo sarà il test del Dna al quale il ragazzo vuole sottoporsi.

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati