Moda, ancora difficile il mercato per Hugo Boss

da , il

    Hugo Boss

    Non è stato un anno semplice il 2009, la crisi ci ha costretti a fare scelte difficili e a rinunciare a molti dei privilegi al quale eravamo abituati. Un anno difficile anche per moltissimi marchi di moda, settore che ha particolarmente sofferto la situazione registrando forti cali nella richiesta e nella vendita di capi e accessori firmati, alcuni, questo è ad esempio il caso di Versace, sono stati costretti a chiudere diversi punti vendita.

    Stessa cosa vale per Hugo Boss, luxury brand leader nel prêt-à-porter maschile, che ha registrato un calo nel fatturato pari al 7%, più di 1,5 miliardi di euro. A quanto pare però le cose dovrebbero andare via via meglio, considerato che già nell’ultimo trimestre dello scorso il marchio aveva già registrato un piccolo incremento.

    Anche l’anno 2010 sarà particolarmente complicato per Hugo Boss, ma il luxury brand tedesco è già pronto a reagire con le unghie e con i denti, per sopravvivere in questi mercati instabili.

    Le cose non sono andate particolarmente per i marchi di moda che nel 2009 hanno registrato quasi tutti dei cali nella richiesta di beni e vendite, tra cui anche il marchio tedesco Hugo Boss

    speciale myluxury

    Speciale Vini Pregiati